Apri il menu principale
Ospedale Groote Schuur
Groote Schuur Hospital
Groote Schuur Hospital.jpg
Motto'Servamus '
StatoSudafrica Sudafrica
LocalitàCittà del Capo
IndirizzoMain Road,
Observatory, 7935
Fondazione1938
Posti letto900
Num. ricoveri annui43.000 (2007/2008)
Dur. media ricoveri4 giorni
Num. impiegati3.570
Sito web
Mappa di localizzazione

Coordinate: 33°56′28″S 18°27′43″E / 33.941111°S 18.461944°E-33.941111; 18.461944

Il Groote Schuur Hospital (spesso indicato come GSH o colloquialmente Grotties) è il più grande ospedale di Città del Capo in Sudafrica. Fu costruito nel 1938 ed è diventato famoso per essere stato l'ospedale in cui nel 1967 è avvenuto il primo trapianto di cuore da un essere umano a cura del chirurgo Christiaan Barnard.

L'edificio originale fu costruito con fondi pubblici. La realizzazione, iniziatasi nel 1932 fu completata nel 1937, e il nuovo ospedale fu aperto nel 1938 andando a rimpiazzare il New Somerset Hospital a Green Point, come ospedale dell'Università di Città del Capo. Nel 1983 è stata cominciata la costruzione del nuovo ospedale che si è conclusa nel 1989. Il vecchio edificio ospita oggi principalmente alcuni dipartimenti di clinica universitario e un museo sul primo trapianto di cuore.

Il Groote Schuur è il principale ospedale universitario dell'Istituto di Medicina della Università di Città del Capo e come tale fornisce assistenza e istruzione terziaria in tutte le principali branche della medicina

A gennaio 2009 l'organico era composto da 3.570 persone[1] di cui:

  • 525 medici
  • 1412 infermieri
  • 268 personale sanitario associato
  • 492 amministrazione e management
  • 799 altro personale

Indice

NoteModifica

  1. ^ Dati statistici Ospedale Groote Schuur (PDF), su capegateway.gov.za. URL consultato il 22 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2011).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146092962 · ISNI (EN0000 0004 0635 1506 · LCCN (ENno2009199107 · GND (DE2104418-1 · WorldCat Identities (ENno2009-199107