Ottone Gabelli (Udine, 18801939) è stato un diplomatico e scrittore italiano.

Ottone Gabelli

Governatore dell'Eritrea[1]
Durata mandato15 gennaio 1935 –
18 gennaio 1935
PredecessoreRiccardo Astuto di Lucchese
SuccessoreEmilio De Bono

Vicegovernatore dell'Eritrea
Durata mandato1 giugno 1928 –
15 gennaio 1935
Vice diCorrado Zoli
Riccardo Astuto di Lucchese

Dati generali
Partito politicoPartito Nazionale Fascista
Titolo di studiolaurea in giurisprudenza
ProfessioneDiplomatico

Biografia modifica

Ottone Gabelli è nato in Friuli nel 1880, nei pressi di Udine.
Ha iniziato una carriera burocratica nel "Ministero delle colonie", diventando direttore generale nei primi anni 1930.
È stato anche membro dell'Istituto per l'Oriente, una rivista sugli studi coloniali.

Si trasferì all'Africa italiana nel 1934, diventando temporaneamente governatore dell'Eritrea[2].
Il suo ruolo di "governatore reggente" è stato Funzionario ruolo colonie (attribuzione: Reggente) nel gennaio 1935.[3] Fu tra i firmatari del Manifesto della razza[4].

Morì nel 1939.

Opere modifica

  • LA TRIPOLITANIA DALLA FINE DELLA GUERRA MONDIALE ALL'AVVENTO DEL FASCISMO - 2 VOLUMI. Editore: A. AIROLDI. Verona, 1939
  • Le vicende della colonizzazione italiana in Eritrea e Somalia in "L'Africa orientale italiana e il conflitto italo-etiopico"; p. 113-126. Roma, 1936

Note modifica

  1. ^ ad interim
  2. ^ Immagine della prima di copertina del suo noto libro sulla Italia Tripolitania, su bibliotecadibabele.com. URL consultato il 14 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2016).
  3. ^ Governatori della colonia italiana in Eritrea (e loro titoli), su ilcornodafrica.it. URL consultato il 14 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2018).
  4. ^ del manifesto per la razza, su alterhistory.altervista.org. URL consultato il 14 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2018).

.

Voci correlate modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3533154137638715370000 · SBN LO1V140891 · LCCN (ENno2018148459 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018148459