Palazzo Bianchi

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo paalazzo di Adrano, in provincia di Catania, vedi Palazzo Bianchi (Adrano).
Palazzo Bianchi
Mantova, Palazzo Bianchi.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMantova
IndirizzoPiazza Sordello
Coordinate45°09′37″N 10°47′48″E / 45.160278°N 10.796667°E45.160278; 10.796667Coordinate: 45°09′37″N 10°47′48″E / 45.160278°N 10.796667°E45.160278; 10.796667
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1756-1786
Realizzazione
ProprietarioCuria di Mantova
CommittenteFamiglia Bianchi
Questa voce riguarda la zona di:
Piazza Sordello
Visita il Portale di Mantova

Palazzo Bianchi o Palazzo Vescovile è un palazzo sito in piazza Sordello a Mantova.[1]

Storia e descrizioneModifica

 
Ingresso di Palazzo Bianchi. Foto di Paolo Monti, 1979.

Il palazzo appartenne, in origine, alla famiglia mantovana degli Agnelli, che ne cedette la proprietà a Rinaldo Bonacolsi agli inizi del Trecento.[2]

L'edificio, a fianco del duomo, fu realizzato a metà del Settecento, sostituendo due edifici preesistenti, dal conte Guido Porta che lo vendette nel 1756 al marchese Giuseppe Bianchi. I lavori di costruzione si conclusero nel 1765 con il palazzo che fu arricchito di uno scenografico scalone e con i soffitti a volta del primo piano impreziositi da affreschi di Giuseppe Bazzani.

Venduto alla diocesi nel 1824 dal marchese Alessandro Bianchi, accoglie ora la residenza del vescovo e gli uffici della Curia. Nel 1967 il vescovo Antonio Poma fece ricavare nell'interrato un ambiente destinato all'archivio storico diocesano.

NoteModifica

  1. ^ Lombardia Beni Culturali. Palazzo Bianchi.
  2. ^ Palazzo Vescovile apre per le giornate del Fai., su gazzettadimantova.gelocal.it. URL consultato il 10 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2017).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234846110