Apri il menu principale

Papa Sergio IV

142° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica
Papa Sergio IV
Sergius IV.jpg
142º papa della Chiesa cattolica
Elezionegiugno 1009
Insediamento31 luglio 1009
Fine pontificato12 maggio 1012
Predecessorepapa Giovanni XVIII
Successorepapa Benedetto VIII
 
NomePietro Boccapecora o Boccadiporco
NascitaRoma, ?
Consacrazione a vescovo1004
Creazione a cardinale1004 da papa Giovanni XVIII
MorteRoma, 12 maggio 1012
SepolturaBasilica di San Giovanni in Laterano

Papa Sergio IV, nato Pietro Boccapecora o Boccadiporco (Roma, 970? – Roma, 12 maggio 1012), è stato il 142º papa della Chiesa cattolica dal 31 luglio 1009 alla morte.

BiografiaModifica

OriginiModifica

Pietro Boccadiporco (Bucca porca od Os Porci, nei documenti)[1] era figlio di un calzolaio romano, di nome Pietro, e di Stefania[2]. Nato verso il 970, entrò a far parte dell'ordine benedettino[3][4]. Nel 1004 divenne vescovo di Albano e cardinale allo stesso titolo[2].

PontificatoModifica

Pietro venne eletto papa il 31 luglio 1009[2][3][5], quando il predecessore Giovanni XVIII era ancora in vita[6]. Fu consacrato dopo la morte del predecessore e adottò il nome pontificale di Sergio IV, per rispetto al primo pontefice, san Pietro[4]. Benché il suo raggio d'azione fosse stato limitato dall'onnipotenza politica di Giovanni Crescenzi III († 1012)[7] (e per questo motivo disponiamo di poche notizie riguardo al suo pontificato), di Sergio IV vengono talvolta attribuite le misure per alleviare la carestia a Roma, l'esenzione di certi monasteri dal governo episcopale[2] e una bolla papale (datata 1010) che chiedeva la cacciata dell'Islam dalla Terra santa, dopo che il califfo fatimida al-Hakim bi-Amr Allah aveva saccheggiato i luoghi di culto dei cristiani[2]. Si prodigò, inoltre, nel redigere un epitaffio in onore del suo predecessore, Papa Silvestro II, all'ingresso della Basilica Lateranense[8].

Sergio IV morì il 12 maggio 1012[5][9]. Gli successe papa Benedetto VIII, Teofilatto II dei conti di Tuscolo, ostile alla fazione dei Crescenzi che stavolta non poté imporre il proprio candidato, l'antipapa Gregorio VI.

Sergio IV è sepolto nella basilica di San Giovanni in Laterano[9].

NoteModifica

  1. ^ Rendina, p. 359.
  2. ^ a b c d e Sennis.
  3. ^ a b Miranda.
  4. ^ a b Moroni, p. 180 §1.
  5. ^ a b Sergio IV.
  6. ^ Le fonti sono discordanti sulle ragioni della fine del pontificato di Giovanni XVIII, cioè se siano stato volute o forzate. Come già segnalato nella voce di questo pontefice, probabilmente il papa fu costretto alle dimissioni per la politica filo-bizantina, non accettata dal signore di Roma, Giovanni Crescenzio.
  7. ^ Famiglia Crescenzi in Enciclopedia Italiana, testo aggiuntivo.
  8. ^ Moroni, p. 180 §2.
  9. ^ a b Rendina, p. 360.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89638134 · ISNI (EN0000 0001 1477 2296 · LCCN (ENnb2007019584 · GND (DE100960529 · CERL cnp00166974 · WorldCat Identities (ENnb2007-019584