Papa Sergio IV

142° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica
Papa Sergio IV
142-Sergius IV.jpg
142º papa della Chiesa cattolica
Elezionegiugno 1009
Insediamento31 luglio 1009
Fine pontificato12 maggio 1012
Predecessorepapa Giovanni XVIII
Successorepapa Benedetto VIII
 
NomePietro Boccapecora o Boccadiporco
NascitaRoma, 970 circa
Consacrazione a vescovo1004
Creazione a cardinale1004 da papa Giovanni XVIII
MorteRoma, 12 maggio 1012
SepolturaBasilica di San Giovanni in Laterano

Papa Sergio IV, nato Pietro Boccapecora o Boccadiporco (Roma, 970 circa – Roma, 12 maggio 1012), è stato il 142º papa della Chiesa cattolica dal 31 luglio 1009 alla morte.

BiografiaModifica

OriginiModifica

Pietro Boccadiporco (Bucca porca od Os Porci, nei documenti)[1] era figlio di un calzolaio romano, di nome Pietro, e di Stefania[2]. Nato verso il 970, entrò a far parte dell'ordine benedettino[3][4]. Nel 1004 divenne vescovo di Albano e cardinale allo stesso titolo[2].

PontificatoModifica

Pietro venne eletto papa il 31 luglio 1009[2][3][5], quando il predecessore Giovanni XVIII era ancora in vita[6]. Fu consacrato dopo la morte del predecessore e adottò il nome pontificale di Sergio IV, per rispetto al primo pontefice, san Pietro[4]. Benché il suo raggio d'azione fosse stato limitato dall'onnipotenza politica di Giovanni Crescenzi III († 1012)[7] (e per questo motivo disponiamo di poche notizie riguardo al suo pontificato), di Sergio IV vengono talvolta attribuite le misure per alleviare la carestia a Roma, l'esenzione di certi monasteri dal governo episcopale[2] e una bolla papale (datata 1010) che chiedeva la cacciata dell'Islam dalla Terra santa, dopo che il califfo fatimida al-Hakim bi-Amr Allah aveva saccheggiato i luoghi di culto dei cristiani[2]. Si prodigò, inoltre, nel redigere un epitaffio in onore del suo predecessore, Papa Silvestro II, all'ingresso della Basilica Lateranense[8].

Sergio IV morì il 12 maggio 1012[5][9]. Gli successe papa Benedetto VIII, Teofilatto II dei conti di Tuscolo, ostile alla fazione dei Crescenzi che stavolta non poté imporre il proprio candidato, l'antipapa Gregorio VI.

Sergio IV è sepolto nella basilica di San Giovanni in Laterano[9].

NoteModifica

  1. ^ Rendina, p. 359.
  2. ^ a b c d e Sennis.
  3. ^ a b Miranda.
  4. ^ a b Moroni, p. 180 §1.
  5. ^ a b Sergio IV.
  6. ^ Le fonti sono discordanti sulle ragioni della fine del pontificato di Giovanni XVIII, cioè se siano stato volute o forzate. Come già segnalato nella voce di questo pontefice, probabilmente il papa fu costretto alle dimissioni per la politica filo-bizantina, non accettata dal signore di Roma, Giovanni Crescenzio.
  7. ^ Famiglia Crescenzi in Enciclopedia Italiana, testo aggiuntivo.
  8. ^ Moroni, p. 180 §2.
  9. ^ a b Rendina, p. 360.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89638134 · ISNI (EN0000 0001 1477 2296 · BAV 495/46001 · CERL cnp00166974 · LCCN (ENnb2007019584 · GND (DE100960529 · J9U (ENHE987007397419305171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2007019584