Apri il menu principale

Passglas

antico bicchiere tipico della Germania
Passglas - Higgins Art Gallery e Museum, (Bedford)

Per passglas s'intende un bicchiere di vetro, stretto e alto, di forma quasi cilindrica e di grandi proporzioni, che presenta una serie di cerchi paralleli, realizzati a rilievo, ognuno dei quali indica la quantità di liquido, da bere in un sol sorso, oppure destinata a un unico commensale.

Descrizione e storiaModifica

 
Jan Jansz van de Velde - Natura morta con bicchieri (Museo Mauritshuis, L'Aia)

I passglas, in vetro trasparente e in genere di colore bianco o bruno oppure verde, erano realizzati con la tecnica del vetro soffiato e la serie di cerchi o fili paralleli, a identica distanza e lievemente aggettanti, indicava la quantità di birra oppure di vino, da bere in una volta sola. A volte era decorato con piccole gocce o bugne, lievemente appuntite e realizzate in una tonalità di vetro più scura.

Questo bicchiere aveva preso il nome dal fatto che i commensali usavano scambiarselo, in modo da bere ognuno la stessa quantità di birra o di vino. Divenne di moda in Germania nel Sedicesimo secolo e il suo uso si diffuse poi in Centro Europa. Bicchiere una volta popolare, fu in uso anche nel Diciassettesimo secolo; ma oggi, per la sua fragilità, ne restano nei musei pochi esemplari.[1] Il passglas in qualche caso è presente, come elemento decorativo, nelle nature morte di scuola tedesca e fiamminga.

NoteModifica

  1. ^ Un passglas, in vetro bianco trasparente, realizzato in Germania nel XVII secolo, alto 30,8 cm, è al Metropolitan Museum (MET).

BibliografiaModifica

  • Nietta Aprà, Dizionario enciclopedico dell'antiquariato, Milano, Mursia, 1969, SBN IT\ICCU\NAP\0338753. Presentazione, revisione e integrazione a cura di Guido Gregorietti, p. 345.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Design: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di design