Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Perito industriale.

Il perito informatico è una figura professionale prevista in Italia che opera nel campo dell'informatica.

La formazioneModifica

Nel sistema scolastico italia, il corso di Perito tecnico industriale dell'Istruzione Tecnica si articola in un biennio comune e un successivo triennio di specializzazione. [1]

Le materie oggetto di studio sono così ripartite;

Lingua e lettere italiane; Storia ed educazione civica; Lingua inglese; Matematica generale, applicata e laboratorio; Elettronica e laboratorio; Informatica generale, applicazioni tecnico-scientifiche e laboratorio; Sistemi, automazione e laboratorio; Calcolo della probabilità e statistica, Educazione fisica; Religione o attività alternative.

  • III, IV e V ANNO: (post-Gelmini)

Lingua e lettere italiane; Storia ed educazione civica; Lingua inglese; Matematica generale, Telecomunicazione (Elettronica) e laboratorio; Informatica generale, applicazioni tecnico-scientifiche e laboratorio; Sistemi, automazione e laboratorio; Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e telecomunicazioni; Gestione aziendale; Educazione fisica; Religione o attività alternative.

Competenze professionaliModifica

Il corso per conseguire il Diploma di Perito Industriale in Informatica fornisce le conoscenze necessarie per analizzare, dimensionare, gestire e progettare piccoli sistemi per l'elaborazione, la trasmissione, l'acquisizione delle informazioni sia in forma simbolica che in forma di segnali elettrici. Un perito informatico è capace di risolvere problemi di piccola automazione in applicazioni di vario tipo, specialmente tecnico-industriali e scientifiche. Inoltre ha le conoscenze di base necessarie per partecipare alla realizzazione e alla gestione di grandi sistemi di automazione basati sull'elaborazione dell'informazione digitale anche online.[2]

NoteModifica

  1. ^ MIUR - Scuola e famiglia - Ordini: corsi e indirizzi
  2. ^ MIUR - Scuola e famiglia - Ordini: corsi e indirizzi, su archivio.pubblica.istruzione.it. URL consultato il 3 aprile 2018.

Collegamenti esterniModifica