Apri il menu principale
Pianton
StatoItalia Italia
RegioniVeneto Veneto
Lunghezza11,03 km[1]
NasceGardigiano
45°33′42″N 12°12′25″E / 45.561667°N 12.206944°E45.561667; 12.206944
SfociaDese
45°31′43″N 12°17′02.35″E / 45.528611°N 12.283986°E45.528611; 12.283986Coordinate: 45°31′43″N 12°17′02.35″E / 45.528611°N 12.283986°E45.528611; 12.283986

Il Pianton è un corso d'acqua del Veneto.

Si tratta di un canale di scolo e si origina all'estremità orientale del comune di Scorzè, presso la zona artigianale di Gardigiano. Attraversa la zona sud-orientale di Mogliano Veneto e, giunto presso il Terraglio, ne segue per un tratto l'andamento rettilineo sino alla confluenza della Peseggiana; prosegue nella zona sud-occidentale della città e sfocia nel Dese tra Marocco e l'abitato omonimo.

Un tempo indicato anche come Riolo, in origine nasceva più a nord ovest, nelle campagne di Peseggia, attraversando poi Gardigiano (come raffigurato in alcune mappe del 1781). La costruzione di nuovi canali e la notevole urbanizzazione ha portato alla scomparsa del primo tratto della fossa, sebbene siano ancora identificabili le tracce dell'alveo primitivo.

In alcune pergamene medievali è indicato come fiume Pianton ed è utilizzato come riferimento per la definizione dei confini tra fondi terrieri diversi.

Alcuni disegni della seconda metà del XVIII secolo conservati presso l'Archivi di stato di Venezia dimostrano l'esistenza lungo il Terraglio delle congiunzioni tra il canale Zermanson, lo Zero, la Fossa Storta, il Pianton e il Dese, utilizzate per deviare verso Mestre l'acqua necessaria ai mulini della città[2].

NoteModifica

  1. ^ Elenco corsi d'acqua della rete idrografica regionale (PDF), su Piano straordinario triennale interventi di difesa idrogeologica, Regione Veneto. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  2. ^ Michele Fassina, Le chase sparpanade - Marcon secoli XVI - XVIII, Casier, Comune di Marcon, 1985, p. 206.