Apri il menu principale

Si dice polo geografico ognuno dei due punti sulla superficie di un corpo celeste o di un pianeta posti sull'asse di rotazione.

Sebbene solitamente i poli geografici siano almeno approssimativamente individuabili come i due punti più lontani dal piano orbitale, questa non è una regola generale: un famoso esempio è Urano, il cui asse di rotazione forma con il piano orbitale un angolo di soli 8 gradi.

Per quel che riguarda la Terra, quelli che vengono solitamente denominati Polo Nord e Polo Sud, sono appunto i poli geografici, che sono accettati da tutti come riferimento assoluto in cartografia.

I poli geografici non devono essere confusi con i poli magnetici, che possono anche esistere su un pianeta, e che in generale non coincidono con quelli geografici. Sulla Terra, ciò fa sì che nell'orientarsi con una bussola magnetica si debba tenere conto della declinazione magnetica.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia