Porte di Bruges

lista di un progetto Wikimedia

Le porte della città di Bruges furono costruite in tre fasi: la prima fase durante la prima metà del IX secolo, durante il rafforzamento dell'attuale Burg, la seconda fase nel periodo che va dal 1127 al 1128, durante la costruzione della prima cinta muraria intorno a Bruges. La terza fase inizia nel 1297, durante la costruzione della seconda e più alta cinta muraria intorno alla città.

Fortificazione del BurgModifica

Prendono i nomi dai punti cardinali verso cui si trovavano rivolte:

  • Westpoort, all'Hofbrug sul Reie nell'attuale Breidelstraat ;
  • Oostpoort, in Hoogstraat ;
  • Zuidpoort, nell'attuale Blinde-Ezelstraat ;
  • Noordpoort, probabilmente situata in Philipstockstraat .

Prima cinta murariaModifica

 
Posizione delle porte cittadine sulla prima cinta muraria (gli attuali canali interni) e le porte sulla seconda cinta muraria.

Queste porte vengono menzionate in testi del XIII secolo, ma sono state distrutte e non esistono immagini che le raffigurino.

Seconda cinta murariaModifica

  1. Ezelpoort, alla fine della Ezelstraat: collegamento con la costa e la regione dei Polder;
  2. Smedenpoort, alla fine della Smedenstraat: collegamento con Gistel, Oudenburg;
  3. Boeveriepoort, alla fine della Boeveriestraat: collegamento con Diksmuide, Ypres, Lilla;
  4. Katelijnepoort, alla fine del Katelijnestraat: collegamento con Kortrijk;
  5. Gentpoort, alla fine di Gentpoortstraat: collegamento con Ghent;
  6. Kruispoort, alla fine della Langestraat: collegamento con Aardenburg e probabilmente anche con Anversa;
  7. Dampoort, alla fine della Langerei e Potterierei: collegamento con Damme e Sluis; → inizialmente formata da 3 porte:
  • Sint-Nikolaaspoort: collegamento con Koolkerke;
  • Sint-Leonarduspoort: collegamento con Dudzele;
  • Spejepoort: connessione con Damme.

Le porte: Dampoort, Boeveriepoort e Katelijnepoort sono scomparse; ora rimangono solo le porte di: Smedenpoort, Ezelpoort, Gentpoort e Kruispoort. Che sono mostrate in fotografia.

Altri progettiModifica