Progetto:Informatica/Traduzioni

Questa pagina ha l'intento di indicare alcuni particolari accorgimenti a cui l'utente deve fare attenzione mentre traduce in italiano partendo da un testo in lingua straniera.

Sostituzioni improprieModifica

Spesso, nella traduzione da alcune lingue straniere, capita di fraintendere il senso di talune espressioni (i cosiddetti falsi amici) poiché simili ad alcuni termini italiani; oppure può capitare di inventare involontariamente dei prestiti linguistici impropri.
Le traduzioni seguenti sono da evitare:

IngleseModifica

  • releaserilasciare. Il termine "rilasciato" è un calco dall'inglese, i dizionari comunque non lo riportano e quindi andrebbe evitato e utilizzato "pubblicato" o "distribuito", vedi sotto.
  • to scanscannerizzare. Il termine corretto, avendo la stessa etimologia, è "scandire", vedi Scanner per immagini. Accettabile e molto usato, anche se etimologicamente meno corretto, è "scansionare".

Pagine correlateModifica

Sostituzioni opportuneModifica

In generale, se è possibile tradurre un termine o un espressione in italiano, è buona cosa farlo (senza tuttavia ricadere nei casi sopra citati!).
Quantomeno, sarebbe opportuno effettuare queste traduzioni:

IngleseModifica

  • to deployeffettuare il deploy
  • to releasepubblicare se vengono usati reti telematiche o distribuire se vengono usati supporti fisici
  • computercomputer o calcolatore secondo i gusti. Si può usare elaboratore quando i calcoli sono particolarmente complessi.

NoteModifica


  Progetto Informatica: collabora a Wikipedia sull'argomento informatica