Apri il menu principale

Questa pagina ha l'intento di dare alcune indicazioni sull'utilizzo del campo "genere" negli infobox delle voci musicali.

Il campo "genere" presente in alcune tabelle informative (template sinottici o infobox) inseriti nelle voci di Wikipedia dedicate a artisti e gruppi musicali e a dischi e brani musicali dovrebbe essere valorizzato con un numero adeguato di "generi musicali" tenendo conto delle raccomandazioni che seguono.

  • Il concetto di "genere musicale" a cui si fa riferimento qui non si applica alla musica classica; per questa ragione gli infobox che contengono questo campo non si devono inserire nelle voci su interpreti, compositori e composizioni di musica classica.
  • Nel caso di artisti/gruppi musicali si dovrebbero indicare solo i generi che maggiormente risultano rappresentativi dell'intera carriera del soggetto della voce. Non è necessario elencare indiscriminatamente tutti i generi musicali suonati/cantati dall'artista/gruppo nell'arco della sua carriera, ma è necessario focalizzarsi preferibilmente su uno o più generi che descrivano sinteticamente le sue caratteristiche artistiche, storiche e stilistiche.
  • Nel caso di album discografici o opere musicali assimilabili si dovrebbe far riferimento al genere che maggiormente rappresenta l'opera legandola contestualmente alla carriera dell'artista/gruppo. Non è quindi necessario e nemmeno auspicabile elencare tutti i generi musicali presenti in un disco, canzone per canzone, ma è preferibile dare al lettore una visione d'insieme.
  • L'indicazione di uno o più generi musicali nell'infobox dovrebbe essere sempre contestualizzata nel corpo della voce. È nel testo che è possibile descrive dettagliatamente, se necessario, lo stile musicale, le influenze, l'impatto storico e artistico di un musicista, di una composizione musicale o di una raccolta di composizioni musicali.
  • In alcuni ambiti musicali è usuale utilizzare termini come "genere", "sottogenere" o "stile". In tal senso è importante non generalizzare. Questi termini possono riferirsi alle caratteristiche strumentali, melodiche, armoniche e ritmiche di un certo tipo di musica. Ma anche al contesto storico, sociale, culturale e geografico.
  • Le voci di Wikipedia dedicate alla musica più moderna utilizzano spesso come riferimento il sito AllMusic (http://www.allmusic.com) che, negli anni, si è dimostrato una fonte preziosissima e spesso insostituibile di informazioni. Le schede monografiche presenti sul sito classificano gli artisti musicali o i prodotti discografici in base a macrocategorie indicate in lingua inglese come Genre ("genere") e poi utilizzano una sottoclassificazione di dettaglio con etichette indicate come Styles ("stili"). In generale è preferibile dar conto nelle nostre voci di quanto scritto negli articoli di AllMusic piuttosto che limitarsi a riportare tali sintetiche classificazioni, sia nel testo delle voci che nel campo "genere" degli infobox. Nel caso sia necessario ricorrere a AllMusic per valorizzare il campo "genere" degli infobox, è opportuno fare riferimento solo a ciò che AllMusic definisce Styles,[1] non in modo indiscriminato, ma seguendo comunque le avvertenze qui riportate.
  • Fermo restando che alcuni artisti o gruppi musicali possono essere annoverati, per evidenti motivi storici e stilistici, all'interno di un genere o di un sottogenere particolare, in caso di dubbio è sempre preferibile indicare il genere o il macrogenere di "livello superiore".
  • Non è importante il numero di generi musicali che si inseriscono nei template. Importante è che l'indicazione del genere nel template, necessariamente sintetica, sia suffragata da quanto riportato nel testo della voce.
  • È opportuno indicare generi musicali che siano riconosciuti dalle fonti come tali, ricordando che in molti casi si utilizzano espressioni e locuzioni di altra natura che a volte vengono erroneamente interpretati come veri generi musicali. In particolare la stampa specializzata e l'industria discografica tendono a categorizzare i musicisti e le opere musicali (compresi ovviamente i dischi) secondo criteri non strettamente stilistici e artistici, ma tipicamente commerciali. La stampa statunitense ad esempio utilizza spesso categorie che sono riferite al pubblico dei fruitori dei contenuti, ai format radiofonici o televisivi, operando suddivisioni in base a criteri anagrafici, geografici, culturali, etnici, se non addirittura razziali. Non sempre tali categorie hanno una corrispondenza reale con quelle artistiche.

NoteModifica

  1. ^ Come previsto nel template {{Allmusic}}

Pagine correlateModifica