Apri il menu principale

Prosciutto di Trevico

varietà italiana di prosciutto crudo
Prosciutto di Trevico
Irpinian Prosciutto.jpeg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneCampania
Zona di produzioneTrevico
Dettagli
Categoriaantipasto
RiconoscimentoP.A.T.
Settoresalumeria
 

Il prosciutto di Trevico è un salume tipico del territorio di Trevico, comune della Baronia situato a un'altitudine di 1090 m s.l.m., la più elevata della comunità montana dell'Ufita e dell'intera regione Campania[1]. Il prodotto si fregia del marchio PAT rilasciato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali[2].

Il crudo di Trevico, dal tipico colore rosso-cupo, è ottenuto dal quarto posteriore (peso: 9-15 kg) del suino a seguito di salatura a secco per mezzo di sale marino. In seguito il prosciutto viene lavato in acqua pura e “sugnato” o "stuccato", ossia farcito con strutto, farina ed eventualmente pepe o altri aromi. La successiva stagionatura, della durata di almeno 16 mesi, avviene per ragioni microclimatiche entro i confini del territorio comunale di Trevico, su supporti in legno stagionato e non trattato all'interno di grotte o cantine a pareti naturali, chiuse da porte tradizionali che impediscono l'accesso di insetti e roditori ma non dell'aria e dell'umidità atmosferica.[3]

La fama del prosciutto di Trevico era già ben affermata nell'Ottocento, tanto che il prodotto prese parte all'Esposizione universale di Parigi del 1878.[4]

NoteModifica

  1. ^ Comuni campani per altitidine, su Tuttitalia. URL consultato il 27 febbraio 2018 (archiviato il 27 febbraio 2018).
  2. ^ Aggiornamento dell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali ai sensi dell'articolo 12, comma 1, della legge 12 dicembre 2016, n.238, su politicheagricole.it. URL consultato il 27 febbraio 2018 (archiviato il 2 settembre 2017).
  3. ^ Prosciutto di Trevico, su Regione Campania. URL consultato il 27 febbraio 2018 (archiviato il 27 febbraio 2018).
  4. ^ I salumi, su Trevico. URL consultato il 27 febbraio 2018 (archiviato il 27 febbraio 2018).

Voci correlateModifica