Apri il menu principale

TassonomiaModifica

Il genere comprende 3 specie viventi e 2 sottospecie:[1]

  • Pygoscelis papua (J.R.Forster, 1781) - pigoscelide comune o pinguino papua
    • P. papua papua (J.R.Forster, 1781)
    • P. papua ellsworthi Murphy, 1947
  • Pygoscelis adeliae (Hombron & Jacquinot, 1841) - pigoscelide di Adelia
  • Pygoscelis antarcticus (J.R.Forster, 1781) - pigoscelide antartico

Sono inoltre state descritte due specie fossili:

DescrizioneModifica

Sono pinguini di taglia medio-piccola. Il becco è in parte ricoperto da penne, la coda è allungata e stretta.

BiologiaModifica

AlimentazioneModifica

La loro alimentazione è in linea di massima composta da krill.

Distribuzione e habitatModifica

Tutte e 3 le specie del genere vivono esclusivamente in Antartide e nelle circostanti acque dell'oceano Meridionale.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Spheniscidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 6 maggio 2014.
  2. ^ Simpson GG, Pliocene penguins from North Canterbury, New Zealand, in Records of the Canterbury Museum 1972; 9(2): 159-182.
  3. ^ Walsh SA and Suarez ME, New penguin remains from the Pliocene of Northern Chile, in Historical Biology 2006; 18(2): 115-126.
  4. ^ Baker AJ, Pereira SL, Haddrath OP, Edge KA, Multiple gene evidence for expansion of extant penguins out of Antarctica due to global cooling, in Proc Biol Sci 2006; 273(1582): 11–17, DOI:10.1098/rspb.2005.3260, PMC 1560011, PMID 16519228.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli