Apri il menu principale
De Wallen, il quartiere a luci rosse di Amsterdam.

Un quartiere a luci rosse è una determinata zona di una città, in cui la prostituzione è parte comune della vita quotidiana. Il termine venne registrato per la prima volta negli Stati Uniti d'America e deriva dalla pratica di collocare una luce rossa alla finestra per indicare ai clienti la natura del posto e del commercio che vi si fa.

Ci sono diverse spiegazioni del perché le luci rosse acquisirono questo particolare significato. Secondo una teoria, ci si rifarebbe alla storia biblica di Raab, una prostituta di Gerico che aiutò le spie di Giosuè e identificò la sua casa con una corda scarlatta.

Una lanterna di segnalazione dei frenatori delle ferrovie.

Altri sostengono che derivi dalle lanterne rosse usate dai lavoratori delle ferrovie, che venivano lasciate fuori dai bordelli quando gli operai vi entravano. Un'altra storia vuole che le prostitute che lavoravano ad Amsterdam cercassero di adescare i pescatori con le loro luci, e poiché le luci bianche si mischiavano troppo con le altre, usarono della stoffa rossa per dare alle loro luci un altro colore.

Uno dei molti termini usati per indicare i quartieri a luci rosse in giapponese è akasen (赤線), che significa letteralmente "linea-rossa", apparentemente di origini indipendenti rispetto al termine inglese. In culture differenti i quartieri a luci rosse vengono identificati in modi diversi, il più comune dei quali è "quartiere delle prostitute" (ad esempio, in Hindi - Randi Guli ovvero Strada delle Prostitute; in Bengalese - Khanki Para ovvero Isolato delle Prostitute).

Indice

Quartieri a luci rosse famosiModifica

AfricaModifica

EgittoModifica

KenyaModifica

MaroccoModifica

SudafricaModifica

TunisiaModifica

AsiaModifica

BangladeshModifica

CambogiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in Cambogia.

CinaModifica

IndiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in India.

GiapponeModifica

Corea del SudModifica

MalaysiaModifica

PakistanModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in Pakistan.

FilippineModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione nelle Filippine.

SingaporeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione a Singapore.

ThailandiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in Thailandia.

Australia e OceaniaModifica

AustraliaModifica

Nuova ZelandaModifica

EuropaModifica

AustriaModifica

BelgioModifica

CroaziaModifica

Repubblica CecaModifica

ItaliaModifica

DanimarcaModifica

FinlandiaModifica

FranciaModifica

GermaniaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in Germania.

GreciaModifica

UngheriaModifica

IrlandaModifica

Paesi BassiModifica

 
Quartiere a luci rosse in Geleenstraat a L'Aia, nei Paesi Bassi

PortogalloModifica

SerbiaModifica

SpagnaModifica

SveziaModifica

SvizzeraModifica

TurchiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Prostituzione in Turchia.

Regno UnitoModifica

InghilterraModifica
ScoziaModifica

Nord AmericaModifica

CanadaModifica

Columbia BritannicaModifica
QuebecModifica

MessicoModifica

Stati Uniti d'AmericaModifica

AlaskaModifica
ArizonaModifica
CaliforniaModifica
ColoradoModifica
FloridaModifica
HawaiiModifica
IllinoisModifica
IndianaModifica
LouisianaModifica
MarylandModifica
MassachusettsModifica
MichiganModifica
MontanaModifica
NevadaModifica
  • Fourth Street – Reno
New HampshireModifica
New YorkModifica
PennsylvaniaModifica
TexasModifica
  • The Reservation – Waco (desueto)
UtahModifica
Washington DCModifica

Sud AmericaModifica

BrasileModifica

Minas GeraisModifica

Altri progettiModifica