Apri il menu principale

Rūpa è, nelle lingue indiane del sanscrito e pāli, un termine che vuol dire letteralmente "forma", ma che sottende in realtà in varie dottrine indiane (come nel buddhismo) il concetto di corpo, fisicità, oppure definisce il costituente non mentale (nāma) della persona.

Rūpa deriva dalla radice rup da cui anche il termine ruppati (deteriorarsi, rompersi, donde il latino rumpo).[1]

Vedasi anche la trattazione del concetto di "mente-e-corpo", nāma-rūpa.

NoteModifica

  1. ^ Così in Vincenzo Talamo (a cura di), Saṃyutta nikāya: discorsi in gruppi, Roma, Ubaldini, 1998, p. 363, nota 1. ISBN 88-340-1293-3.

Collegamenti esterniModifica