Apri il menu principale
Regina Carter
ReginaCarter.jpg
Regina Carter nel 2006 (fotografia di Bob Travis)
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereJazz
Strumentoviolino
EtichettaAtlantic Jazz, Verve Records
Sito ufficiale

Regina Carter (Detroit, 6 agosto 1966) è una musicista statunitense.

Indice

BiografiaModifica

Cugina del sassofonista James Carter, iniziò lo studio del violino all'età di 4 anni. Nella sua carriera di violinista jazz ha collaborato con numerosi artisti: Aretha Franklin, Wynton Marsalis, Cassandra Wilson, Mary J.Blige, Billy Joel, Dolly Parton, Joe Jackson, Max Roach, Oliver Lake, lo String Trio Of New York, Steve Turre ed il cugino James Carter.

Nel dicembre 2001 la città di Genova le ha permesso di suonare in concerto il celebre violino Cannone di Niccolò Paganini, costruito nel 1743 da Giuseppe Guarneri del Gesù.

Regina Carter oggi è considerata la violinista jazz più importante e significativa, erede del leggendario Stéphane Grappelli. Il suo linguaggio, che combina una tecnica mozzafiato con qualità profonde di improvvisazione e di composizione, si è via via confrontato anche con le radici della musica afroamericana, quali il blues, lo spiritual ed il country.

Regina Carter è sposata con Alvester Garnett (il batterista della band di Regina Carter stessa) a Detroit nel Michigan, il 5 settembre 2004. Risiedono a Maywood nel New Jersey.

DiscografiaModifica

Come leader

  • 1995 Regina Carter (Atlantic)
  • 1997 Something for Grace (Atlantic)
  • 1999 Rhythms of the Heart (Verve)
  • 2000 Motor City Moments (Verve)
  • 2001 Freefall (Verve) con Kenny Barron
  • 2003 Paganini: After a Dream (Verve)
  • 2006 I’ll Be Seeing You: A Sentimental Journey (Verve)
  • 2010 Reverse Thread (E1 Entertainment)
  • 2014 Southern Comfort (Masterworks)

Con String Trio of New York

Con Kenny Barron

Con Anthony Davis

Con Mark Helias

  • Loopin' the Cool (Enja, 1995)

Con Elliott Sharp

Con Cassandra Wilson

Con Steve Turre

  • Lotus Flower (Verve, 1999)

Con James Carter

Con Sir Simon Rattle, Luther Henderson, City of Birmingham Symphony Orchestra, Lena Horne

Con Carmen Lundy

  • Something to Believe In (Justin Time, 2003) in 3 tracce

Con Joe Jackson

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74050371 · ISNI (EN0000 0003 7406 9775 · LCCN (ENn97055856 · GND (DE134969642 · BNF (FRcb14022889d (data)