Romen fu un re di etnia guanci del menceyato di Daute sull'isola di Tenerife, Isole Canarie.

Statua di Romen situata in Plaza de la Patrona de Canarias a Candelaria (Tenerife)

Nel 1494, all'arrivo dell'esercito spagnolo, capitanato da Alonso Fernández de Lugo, si alleò con re Bencomo contro l'invasione spagnola. Dopo due sconfitte consecutive, nella primavera del 1496, cedette il suo territorio. Dopo la resa, Romen venne presentato ai re cattolici [1] insieme ad altri Mencey.

La data della sua morte è sconosciuta, probabilmente è stato venduto come schiavo, e trasferito alla Repubblica di Venezia. Altri autori ritengono che, poiché apparteneva alla fazione favorevole alla guerra, venne rilasciato fuori dall'isola di Tenerife sotto la supervisione delle milizie spagnole.

  1. ^ La Conquista de Tenerife (1494-1496), su mdc.ulpgc.es. URL consultato il 17 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2017).

Altri progetti

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN316527601 · WorldCat Identities (ENviaf-316527601
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie