Salve festa dies


Salve festa dies è il titolo di un inno della Chiesa cattolica, nel quale si celebra la Pasqua cristiana (festa dies), con la Resurrezione di Gesù.

Risurrezione di Raffaello.

La tradizione lo attribuisce al poeta latino Venanzio Fortunato, che l'avrebbe scritto prima dell'anno 609. In tal caso sarebbe uno dei più antichi canti tramandati.

L'inno, non incluso nella liturgia obbligatoria, viene cantato durante il rito processionale introduttivo della Messa nella giornata di Pasqua.

TestoModifica

Testo latino (versione breve)[1] Traduzione italiana
Salve festa dies toto venerabilis aevo
Qua Deus infernum vicit et astra tenet
Ecce renascentis testatur gratia mundi
Omnia cum Domino dona redisse suo
Namque triumphanti post tristia tartara Christo
Undique fronde nemus gramina flore favent
Qui crucifixus erat Deus, ecce per omnia regnat
Dantque Creatori cuncta creata precem
Christe, salus rerum, bone Conditor atque Redemptor
Unica progenies ex Deitate Patris
Qui genus humanum cernens mersisse profundo
Ut hominem eriperes es quoque factus homo
Funeris exsequias pateris vitae auctor et orbis
Intras mortis iter dando salutis opem.
Salve, giorno di festa, venerabile in tutta l'eternità,
in quanto Dio vinse l'inferno e raggiunge il cielo.
Ecco, è accertato che, a cagione del mondo che rinasce[2],
con il suo Signore tutti i doni abbiano fatto ritorno:
infatti, dopo il triste averno, a Cristo trionfante
ovunque plaudono il bosco col fogliame e le piante col fiore.
Dio, che era crocifisso, ecco regna su tutto
e tutte le cose create danno lode al Creatore.
O Cristo, sostegno di ogni cosa, o buon Creatore e Redentore,
unica progenie dalla natura divina del Padre,
che vedendo il genere umano immerso nel profondo,
per sollevare l'uomo, ti sei pure fatto uomo,
col calice del sacrificio [3], (Tu) Artefice della vita e del mondo,
oltrepassi la strada della morte e il sepolcro [4], dando via [5] di salvezza.

NoteModifica

  1. ^ Per la versione completa vedi Qui
  2. ^ con riferimento alla stagione primaverile
  3. ^ (pateris)
  4. ^ (funeris exsequias)
  5. ^ (opem)

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo