Apri il menu principale
Santa Messalina di Foligno
Foligno085.jpg
Statua della santa nella cattedrale di Foligno
 

Vergine e Martire

 
Nascita235
Morte23 gennaio 249
Venerata daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza23 gennaio

Messalina (Foligno, 235Foligno, 23 gennaio 249) fu una vergine e martire cristiana umbra. È venerata come santa da tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi.

Indice

AgiografiaModifica

Di nobile famiglia, fu discepola del vescovo Feliciano; quando questi fu imprigionato dall'imperatore Decio, persecutore del culto cristiano, non abiurò la fede e non lo abbandonò, anzi portava giornalmente al vescovo incarcerato del cibo; scoperta, fu arrestata e martirizzata un giorno prima di Feliciano, il 23 gennaio 249.

CultoModifica

Di lei sarebbero stati conservati i capelli come reliquia. Nel 1599 sarebbero stati rinvenuti i suoi resti in un sarcofago recante la scritta "Hic subtus iacet corpus sanctæ Messalinæ". A questo fatto furono legati vari presunti miracoli e festeggiamenti, al tempo a Foligno fu istituita una processione annuale per la restituzione al culto del corpo di santa Messalina. Il suo culto è tuttora ancora sentito in Umbria.

Santa Messalina da Foligno non è riportata nel Martirologio Romano.

BibliografiaModifica

  • Lodouico Jacobilli, Compendio della vita di santa Messalina vergine e martire di Foligno, Foligno 1628.
  • Michele Faloci Pulignani, Santa Messalina Vergine martire di Foligno, in "Archivio per la Storia Ecclesiastica dell'Umbria", V (1921).
  • Maria Castiglione Humani, Santa Messalina da Foligno vergine e martire, Terni 1935.

Collegamenti esterniModifica