Le semaforine sono una famiglia di proteine che svolgono un ruolo di molecole segnale e sono coinvolte, in particolare, nella differenziazione neuronale a livello embrionale, agendo come chemiorepulsore o chemiotattiche (a seconda del recettore espresso nella cellula nervosa o dei secondi messaggeri che intervengono nel processo) del cono di crescita assonico, guidando così la formazione dei collegamenti interneuronali.

FunzioneModifica

Le semaforine sono state trovate per la prima volta negli assoni degli arti delle cavallette nel 1992, e da allora è stato scoperto hanno un ruolo in molti processi. Non solo guidano gli assoni nello sviluppo, ma hanno anche un ruolo importante nella funzione immunitaria e nello sviluppo delle ossa. Le semaforine di classe 3 sono una delle classi più versatili; la Sema3a, che fa parte di questa classe, è la più studiata. Le semaphorine di classe 3 hanno una funzione importante in seguito alle lesioni traumatiche del sistema nervoso centrale, come le lesioni al midollo spinale. Regolano le cellule neuronali e non neuronali associate alla lesione traumatica. Le semaforine di classe 3 modulano la ricrescita assonale, la ri-vascolarizzazione, la ri-mielinizzazione e la risposta immunitaria dopo il trauma del sistema nervoso centrale.[1]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Joost Verhaagen, Bart Nieuwenhuis e Vasil Mecollari, A perspective on the role of class III semaphorin signaling in central nervous system trauma, in Frontiers in Cellular Neuroscience, vol. 8, 2014, DOI:10.3389/fncel.2014.00328. URL consultato il 23 marzo 2019.
  Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia