Apri il menu principale
Sestetto per archi n. 2
CompositoreJohannes Brahms
Tonalitàsol maggiore
Tipo di composizioneSestetto d'archi
Numero d'operaop.36
Epoca di composizione1864-65
PubblicazioneFritz Simrock
Durata media40 minuti
Organicoviolino I e II, viola I e II, violoncello I e II
Movimenti
I Allegro non troppo
II Scherzo (Allegro non troppo - Presto giocoso)
III Poco adagio
IV Poco allegro

Il Sestetto per archi n. 2 in sol maggiore, op. 36 fu composto da Brahms durante gli anni 1864-1865 e fu pubblicato da Simrock.

Fu eseguito per la prima volta a Boston l'11 ottobre 1866.[1]

L'organico del sestetto è di due violini, due viole, e due violoncelli, ed ha quattro movimenti:

  1. Allegro non troppo
  2. Scherzo - Allegro non troppo - Presto giocoso
  3. Poco adagio
  4. Poco allegro.

Brahms compose la maggior parte dell'opera nella campagna nei dintorni di Lichtental, non lontano da Baden-Baden. Secondo il biografo di Brahms Karl Geiringer, contiene un riferimento al nome di battesimo di Agathe von Siebold (della quale Brahms era in quel periodo innamorato) nel primo movimento, battute 162-168[2].

Il musicista svedese Kurt Atterberg arrangiò il sestetto per orchestra d'archi nel 1939.

NoteModifica

  1. ^ http://www.klassika.info/Komponisten/Brahms/Streichsextett/036/index.html ; James M. Keller, Chamber Music: A Listener's Guide, New York, Oxford University Press US, 2011, p. 102, ISBN 9780195382532. URL consultato il 29 luglio 2011.
  2. ^ Geiringer, Karl. Brahms: His Life and Work New York: Da Capo Press, ISBN 0-306-80223-6, pp 60, 91, 230-231

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno98101826 · BNF (FRcb14028629f (data)
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica