Sgorbia

utensile sagomato da taglio, tipicamente impiegato in scultura

La sgorbia è un particolare tipo di scalpello che possiede la lama, o ferro, non piano ma profilato in varie fogge. Come lo scalpello, è composta da un manico in legno dove è innestata la lama in acciaio.

DescrizioneModifica

Esistono innumerevoli modelli e dimensioni di sgorbie: ci sono le sgorbie a profilo rotondo, con archi di curvatura più o meno ampi. Le sgorbie per incisione hanno la lama larga 4–5 mm e una profilatura con raggio di 2–3 mm. Le sgorbie da sgrosso hanno lame larghe anche 30–40 mm e raggi di curvatura molto ampi. Esistono anche sgorbie con tagliente a V per creare solchi.

L'utilizzo della sgorbia avviene percuotendola sul manico con un apposito mazzuolo di legno molto denso e duro, dalla testa zavorrata, oppure con la sola pressione della mano per i lavori di finitura. Viene utilizzata per eseguire intagli nel legno, ricci, foglie, capitellii, o per sagomare parti di mobili bombati o per eseguire sculture vere e proprie. In base al tipo di affilatura, le sgorbie si distinguono in sgorbie da incontrare o sgorbie da intagliare.

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica