Apri il menu principale
La dea Lalitā, in un'immagine devozionale degli anni '20 del XX secolo.

Lo Śaktismo (devanāgarī: शाक्त; anche Shaktismo), è quella corrente iniziatico-religiosa[1] dell'induismo che adora la Mahādevī ("Grande Dea") nella sua molteplice forma di Śakti (s.f. "Potenza [assoluta]").

I devoti di questo culto vengono detti śakta.

Lo Śaktismo è insieme allo Śivaismo, con cui condivide delle affinità teologiche[2], e al Viṣṇuismo, una delle tradizioni dell'induismo.

Tale corrente ha subito in epoca recente[3] una sua suddivisione in due indirizzi:

  • quella detta del kaulismo e che inerisce ai seguaci della dea Kali (Signora del Tempo e della Notte), praticanti la cosiddetta via "della mano sinistra" (vāmācāra), ovvero una condotta religiosa che intende andare al di là delle regole e dei veda;
  • quella detta dello śrīkaulismo, che riguarda i devoti della dea Lalitā ("Signora dell'Amore"), detta anche Tripurasundarī ("Bella delle tre città"), praticanti la cosiddetta via "della mano destra" (dakṣiṇācāra).

Indice

FestivitàModifica

NoteModifica

  1. ^ Sull'essere una corrente "strettamente iniziatica" cfr. Mario Piantelli, in Hinduismo (a cura di Giovanni Filoramo), Bari, Laterza, p.11.
  2. ^ Mario Piantelli, in Hinduismo (a cura di Giovanni Filoramo), Bari, Laterza, p.12.
  3. ^ Mario Piantelli, in Hinduismo (a cura di Giovanni Filoramo). Bari, Laterza, p.11.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4179345-6