Silas Finn è un personaggio immaginario protagonista di una omonima serie a fumetti italiana per ragazzi, di genere western/umoristico, creata nel 1979 da Tiziano Sclavi[1] e disegnata da Giorgio Cavazzano.[2] Insieme alla più celebre Altai & Jonson, è una delle principali collaborazioni tra Sclavi e Cavazzano.

Silas Finn
Lingua orig.Italiano
AutoreTiziano Sclavi
DisegniGiorgio Cavazzano
1ª app.26 luglio 1979
1ª app. inZack n. 16
Silas Finn
fumetto
TestiTiziano Sclavi
DisegniGiorgio Cavazzano
1ª edizione1979
Generewestern, umoristico

Storia editoriale modifica

La serie esordì nel mercato tedesco nel 1979, e la prima pubblicazione avvenne in Germania il 26 luglio del 1979, sulla rivista a fumetti Zack, n. 16, e distribuita anche in Belgio, Francia, Lussemburgo e Olanda. Dopo le prime storie, tuttavia, Tiziano Sclavi cede il proprio incarico allo sceneggiatore François Corteggiani, sempre disegnate da Cavazzano.[2]

Vennero realizzati numerosi episodi di varia lunghezza pubblicati inizialmente in Germania e solo alcuni in Italia pubblicati sul Messaggero dei Ragazzi a partire dal 1985 e, qualche anno dopo, riproposte sulla rivista Magic Boy. Nel 1992 è uscito il volume cartonato Il West di Silas Finn, edito da Massimo Baldini Editore nella collana "Moby Dick", che riunisce tre avventure realizzate dalla coppia Sclavi/Cavazzano: "Caccia al tesoro", "Intervista a Buffalo Bill" e "Scoop al Promontory Point".[2]

Personaggi e comprimari modifica

Il protagonista - in origine chiamato Peter O'Pencil - è un inviato del giornale Boston Tribune e, al fine di poetr scrivere i suoi articoli, si ritrova a vivere avventure spesso insieme al fotografo B. J. Crocker e con una moltitudine di personaggi come la redazione del giornale e avversari come il misterioso Malabar intenzionato a uccidere il reporter.[2]

Note modifica

  1. ^ (che in origine usava lo pseudonimo di Quasimodo)
  2. ^ a b c d Silas Finn, fumetto western umoristico di Sclavi e Cavazzano, su slumberland.it. URL consultato il 4 maggio 2018.
  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti