Apri il menu principale

Società degli archeologi medievisti italiani

società archeologica italiana

La Società degli archeologi medievisti italiani (acronimo SAMI) è un ente culturale fondato nel 1994, con l'obiettivo di promuovere l'archeologia medievale e, più in generale, le archeologie postclassiche in particolare in Italia.

La SAMI fu fondata nel 1994 da Riccardo Francovich, Tiziano Mannoni, Sauro Gelichi, Gian Pietro Brogiolo[1] e da un gruppo di esponenti dell'archeologia medievale italiana e internazionale, che negli anni '70 curavano la rivista Archeologia medievale.
L'associazione e la sua rivista contribuirono allo sviluppo dell'archeologia medievale come disciplina universitaria autonoma, l'archeologia delle complessità sociali, e l'archeologia del territorio e del paesaggio (chiamata "archeologia globale" da Tiziano Mannoni[2]), in particolar modo per le fasi della storia post-antica.

Indice

PresidentiModifica

I presidenti della SAMI sono stati, in ordine:

  1. Tiziano Mannoni (1994-1996, segretario Sauro Gelichi),
  2. Riccardo Francovich (1996-2000, segretario Sauro Gelichi)[3].
  3. Sauro Gelichi (2000-2004, segretario Marco Milanese),
  4. Gian Pietro Brogiolo (2004-2012, due mandati, segretario Marco Valenti),
  5. Giuliano Volpe (2012-2018, due mandati, vicepresidenti Federico Marazzi e Marco Valenti, segretari Marco Valenti e Pasquale Favia),
  6. Paul Arthur (2018-, vice presidente Alessandra Molinari, segretario Vasco La Salvia)[4].

Fino alla sua scomparsa nel 1998 è stato inoltre Presidente onorario Ottone d'Assia.

Congressi nazionaliModifica

Ogni tre anni la SAMI organizza il Congresso Nazionale di Archeologia Medievale:

Gli atti sono pubblicati annualmente dalla casa editrice All'Insegna del Giglio, a Firenze, che è anche sede legale ed organizzativa dell'associazione[5].
I documenti preparatori (pre-tirages) e gli atti dei primi cinque congressi sono parzialmente consultabili anche su Google Books[6], secondo le raccomandazioni di Open Archive.

PremiModifica

Presso il Ministero per i beni e le attività culturali, è stato istituito nel 2013 il premio "Riccardo Francovich", per iil museo o parco archeologico che, nei confronti del pubblico di visitatori, si dimostri più capace di coniugare rigore metodologico e divulgazione scientifica[7].

La società organizza inoltre il premio "D'Assia-Francovich" per i giovani ricercatori, che prevede la pubblicazione di monografie in una specifica collana edita dalla casa editrice All’Insegna del Giglio e dal 2013 il premio "Riccardo Francovich" per i musei-parchi archeologici a tematica medievale e per la divulgazione. Il premio consiste in due distinti riconoscimenti[8]:

  • premio Francovich per l' "Alta divulgazione": per la comunicazione-promozione della conoscenza del Medioevo;
  • "Musei e i parchi archeologici": per il miglior museo-parco di archeologia medievale.

Il vincitore è determinato da una giuria di soci dell'associazione, e dal voto aperto anche alla partecipazione dei non iscritti.

Vincitori del premio[9]
Anno
Per l'Alta divulgazione
Per i Musei e i parchi archeologici
2013 Marco Salvador Museo Biddas di Sorso
2014 Alessandro Barbero Crypta Balbi di Roma
2015 Pupi Avati Archeodromo di Poggibonsi
2016 Piero Angela e Franco Cardini Catacombe di Napoli e l’area archeologica di Santa Maria di Siponto
2017 Chiara Frugoni Domus dei tappeti di pietra di Ravenna e la sezione medioevale del Museo Sannitico di Campobasso
2018 Festival del Medioevo di Gubbio Rione Terra di Muro Leccese e l'aula sud del battistero, e Domus-Palazzo Episcopale di Aquileia[10]

Nel 2018, la parte "Alta divulgazione" è stata aggiudicata per la prima volta non a persone fisiche singole, ma al Festival del Medioevo di Gubbio.

NoteModifica

  1. ^ Lettera di Gian Pietro Brogiolo in ricordo di Tiziano Mannoni, su archeologiamedievale.unisi.it, 18 ottobre 2010. URL consultato il 12 marzo 2019 (archiviato il 12 marzo 2019).
  2. ^ Archeologia Medievale, XXXVII, 2010 – Mondi rurali: insediamenti, struttura, economia. Secoli X-XIII, All'Insegna del Giglio,, 1º dicembre 2010, p. 5, ISBN 978-88-7814-435-4, ISSN 0390-0952 (WC · ACNP), OCLC 895803445 (archiviato dall'originale il 132 mRZO 2019).
  3. ^ Grosseto ricorda l'archeologo Riccardo Francovich a dieci anni dalla scomparsa, su grossetonotizie.com/ (archiviato il 31 marzo 2017).
  4. ^ La Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha un nuovo presidente, è il professor Paul Arthur, su leccenews24.it, 17 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 17 settmebre 2018).
  5. ^ Statuto della Società degli Archeologi Medievisti Italiani, su Università di Siena. URL consultato il 12 marzo 2019 (archiviato il 13 novembre 2012).
  6. ^ In Open Access gli atti dei primi Congressi Nazionali di Archeologia Medioevale, su archeologiamedievale.it, 17 settembre 2018 (archiviato il 12 marzo 2019).
  7. ^ Premio "Riccardo Francovich"- I edizione anno 2013, su beniculturali.it, Roma, 14 novembre 2013 (archiviato l'11 marzo 2019).
  8. ^ I vincitori del Premio Riccardo Francovich 2018 – SAMI, su archeologiamedievale.it, 2 agosto 2018. URL consultato il 12 marzo 2019 (archiviato il 12 marzo 2019).
  9. ^ Premio Riccardo Francovich 2017, su musei.molise.beniculturali.it, 9 ottobre 2017. URL consultato il 12 marzo 2019 (archiviato il 2 gennaio 2018).
  10. ^ Il Festival del Medioevo ha vinto il Premio Francovich 2018, su festivaldelmedioevo.it. URL consultato il 12 marzo 2019 (archiviato il 12 marzo 2019). Ospitato su ANSA.it.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia