Apri il menu principale
Società editrice Dante Alighieri
StatoItalia Italia
Fondazione1893 a Roma
Sede principaleRoma, viale Somalia 5
Persone chiave
  • Mauro Spinelli (Amministratore unico)
SettoreEditoria
Sito web

La Società Editrice Dante Alighieri è una casa editrice fondata a Roma nel 1893.

La prima indicazione editoriale nel frontespizio fu «Roma - Società Editrice Dante Alighieri - Via delle Convertite, N. 8» e il logo, poi sempre mantenuto, fu il ritratto del poeta in ovale col monogramma intrecciato SEDA e il motto Che solo amore e luce ha per confine (Dante, Par., XXVIII 54).

Il 19 giugno 1902[1] fu acquistata da Giovanni Albrighi (Milano 1855 - Roma 1905) e Dante Segati (1932) e assunse la denominazione di Società Editrice Dante Alighieri di Albrighi, Segati e C., una società in accomandita semplice con sede a Roma e Milano.

Nel 1928 si fuse con la Società Anonima Editrice Francesco Perrella di Napoli, diventando Società Anonima Editrice Dante Alighieri (Albrighi, Segati & C. - S.A. F. Perrella), una Società per azioni, ma nel 1932 riprese la precedente denominazione.

Nel 1939 fu chiusa la sede milanese.[1]

Attualmente è una Società a responsabilità limitata, il cui amministratore unico è Mauro Spinelli.

La casa editrice ha pubblicato e pubblica:

NoteModifica

  1. ^ a b Cfr. Editori a Milano (1900-1945), a cura di Patrizia Caccia, Milano, Franco Angeli, 2013, p. 121.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2194 9467 · LCCN (ENno2006127836 · WorldCat Identities (ENno2006-127836