Società italiana di ortopedia e traumatologia

La Società italiana di Ortopedia e Traumatologia, abbreviata SIOT, è un'associazione medico-scientifica. È stata eretta ente morale con DPR dell'11 marzo 1953, nº 680.

Ad oggi conta circa 5.000 soci. Venne costituita nel 1891 da un gruppo di medici chirurghi appassionati di patologia e traumatologia osteoarticolare e deformità muscolo-scheletriche, tra i quali spiccano i nomi di Alessandro Codivilla e Pietro Panzeri. Il primo statuto della Siot fu approvato l'anno successivo.

L'organo ufficiale della società è il Giornale Italiano di Ortopedia e Traumatologia fondato nel 1974 e raccoglie la produzione di testi e articoli dell’ortopedia italiana. Dal 2000 si è affiancata la rivista in lingua inglese Journal of Orthopaedic and Traumatology.

La SIOT ha sede a Roma, in via Nicola Martelli 3.

I congressiModifica

La SIOT organizza ogni anno il Congresso Nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia – E.T.S., evento scientifico a carattere nazionale. Il primo congresso risale al 1892.

Il mandato del presidente e del consiglio direttivoModifica

Il mandato del presidente e del consiglio direttivo è biennale. Il presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione di fronte ai terzi e in giudizio. Per prassi, alla presidenza si alternano un docente universitario e un medico ospedaliero. Non è possibile la rielezione.

L'Assemblea Generale Ordinaria è l'organo sovrano della SIOT ed è composta dai soci in regola con il versamento delle quote sociali. È l'assemblea che elegge a scrutinio segreto il Presidente; i due vice-presidenti; gli otto componenti del Consiglio Direttivo e i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti.

Ad ogni Socio Ordinario o Aggregato è riconosciuta la facoltà di candidarsi alla carica di Presidente, di Vice Presidente, di Consigliere, di Revisore dei Conti.

Commissione pari opportunitàModifica

La SIOT nel 2021 ha istituito la Commissione Pari Opportunità e Medicina di Genere (CPO/MdG) allo scopo di promuovere e diffondere la cultura di genere. È stata la prima fra le società medico-scientifiche del network chirurgico ad aver istituito la CPO[1].

La Commissione è composta da Maria Silvia Spinelli (coordinatrice), Davide Bizzoca, Alberto Di Martino, Costantino Errani, Anna Maria Moretti, Giusy Resmini, Barbara Rossi e Maristella Francesca Saccomanno[2].

Prima giornata nazionale dell'OrtopediaModifica

Il 4 giugno 2021 è stata istituita la prima giornata nazionale dell'Ortopedia e della Traumatologia[3]. L'evento è stato inserito nell’ambito dei festeggiamenti per il 75º anniversario della proclamazione delle Repubblica, su iniziativa della Federazione delle società medico-scientifico italiane (FISM)[4] e con il patrocinio dalla Cabina di regia “Benessere Italia” in seno alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La Società ha scelto come testimonial la campionessa olimpionica e del mondo di sci Deborah Compagnoni[5], amata per le sue vittorie e per la sua tenacia dopo essere stata costretta a fare i conti con diversi infortuni, tra cui la rottura del ginocchio destro che ha seriamente rischiato di mettere fine alla sua brillante carriera.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN130807722 · WorldCat Identities (ENlccn-n85340174