Sonate di Händel per solista (Walsh)

Soli per un Flauto Tedesco un Oboe o Violino con Basso Continuo per Clavicembalo o Violino Basso composto dal Sig Handel fu pubblicato da John Walsh nel 1732. Esso contiene una serie di dodici sonate per vari strumenti, composte da Georg Friedrich Händel. La pubblicazione di 63 pagine comprende le sonate che sono generalmente note come Opus 1 di Händel (tre sonate "Opus 1" extra sono state aggiunte in un'edizione successiva da Chrysander).[1]

Cover of Walsh's 1732 publication.

L'edizione del 1732 (che mostra nella parte inferiore della pagina del titolo la scritta "Nota: Questa è più coretta (sic) dell'edizione precedente") è stata per lo più ristampata dalle tavole di una precedente pubblicazione del 1730, intitolata Sonates pour un Traversiere un Violon ou Hautbois Con Basso Continuo Composées par G. F. Handel, presumibilmente stampata ad Amsterdam da Jeanne Roger, ma ora dimostrato essere stato un falso da Walsh (la data è ben dopo la morte di Jeanne Roger nel 1722). C'era in seguito anche una terza edizione di una data incerta, che porta la tavola n. 407.[2]

Ogni sonata mostra la melodia e la linea dei bassi, con la speranza che un tastierista competente avrebbe fornito le parti interne omesse in base alle marcature del basso figurato. Per gli standard moderni, la musica nella pubblicazione ha un aspetto primitivo, con note schiacciate e distanze irregolari, steli e larghezze di battuta, come si può vedere nell'immagine della pagina 1 (riprodotta qui di seguito in questo articolo). (N.d.t.: purtroppo l'immagine non è disponibile per mancanza di licenza).

Nonostante i titoli in entrambe le edizioni, quattro delle sonate sono per un quarto strumento: il flauto dolce.

SommarioModifica

La seguente tabella elenca ciascuna delle sonate incluse da Walsh nella sua pubblicazione del 1732, così come le informazioni sullo strumento, la chiave e la sonata originale di Händel.

Sonata Strumento Segno della chiave Sonata di Händel
Sonata I Flauto Mi minore Flauto sonata in Mi minore (HWV 359b). This is the same sonata as Chrysander's Sonata Ib.
Sonata II Flauto dolce Sol minore Flauto dolce sonata in Sol minore (HWV 360).
Sonata III Violino La maggiore Violino sonata in La maggiore (HWV 361).
Sonata IV Flauto dolce La minore Flauto dolce sonata in La minore (HWV 362).
Sonata V Flauto Sol maggiore Flauto sonata in Sol maggiore (HWV 363b).
Sonata VI Oboe Sol minore Violino sonata in Sol minore (HWV 364a).
Sonata VII Flauto dolce Do maggiore Flauto dolce sonata in Do maggiore (HWV 365).
Sonata VIII Oboe Do minore Oboe sonata in Do minore (HWV 366).
Sonata IX Flauto Si minore Flauto sonata in Si minore (HWV 367b). Walsh pubblicò quello che oggi è considerato essere l’Opus 1 n. 9 ter di Händel. (l’Opus 1 No. 9 bis di Händel è la Sonata per Flauto dolce in Re minore (HWV 367A).)
Sonata X Violino Sol minore Violino sonata in Sol minore (HWV 368). Probabilmente spuria.
Sonata XI Flauto dolce Fa maggiore Flauto dolce sonata in Fa maggiore (HWV 369).
Sonata XII Violino Fa maggiore Violino sonata in Fa maggiore (HWV 370). Probabilmente spuria.

La seguente tabella elenca le sonate incluse da Walsh nella sua pubblicazione del 1730. Le Sonate I - IX e XI erano come per la pubblicazione del 1732 (definite sopra).

Sonata Instrument Key signature Handel's sonata
Sonata X Violino La maggiore Violin sonata in A major (HWV 372). Probably spurious. Designated Opus 1, No. 14 by the later Chrysander edition.
Sonata XII Violino Mi maggiore Violin sonata in E major (HWV 373). Probably spurious. Designated Opus 1, No. 15 by the later Chrysander edition.

NoteModifica

  1. ^ Anthony Hicks (2001). "Handel, George Frideric". In Sadie, Stanley; Tyrrell, John. The New Grove Dictionary of Music and Musicians. x (2 ed.). London: Macmillan. pp. 801–2.
  2. ^ Best 1985, 481–82.

BibliografiaModifica

  • Best, Terence. 1985. "Handel's Chamber Music: Sources, Chronology and Authenticity", Early Music 13, no. 4 (November): 476–99.
  • Hunter, David. 2002. "George Frideric Handel as Victim: Composer-Publisher Relations and the Discourse of Musicology". In Encomium Musicae: Essays in Memory of Robert J. Snow, edited by David E. Crawford and George Grayson Wagstaff, 663–92. Festschrift series, No. 17. Hillsdale: Pendragon Press. ISBN 0-945193-83-1.
  • Kidson, Frank, William C. Smith, Peter Ward Jones, and David Hunter. 2001a. "Walsh, John (i)". The New Grove Dictionary of Music and Musicians, second edition, edited by Stanley Sadie and John Tyrrell. London: Macmillan Publishers.
  • Kidson, Frank, William C. Smith, Peter Ward Jones, and David Hunter. 2001b. "Walsh, John (ii)". The New Grove Dictionary of Music and Musicians, second edition, edited by Stanley Sadie and John Tyrrell. London: Macmillan Publishers.
  • Smith, William Charles, and Charles Humphries. 1968. A Bibliography of the Musical Works Published by the Firm of John Walsh During the Years 1721–1766. London: Bibliographical Society.

Voci correlateModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica