Le spadare sono un tipo di rete pelagica derivante utilizzata per la pesca al pesce spada il cui uso, dichiarato illegale in gran parte dei paesi, è tutt'oggi frequente nel mar Mediterraneo, e causa la morte di altre specie marine in pericolo, quali le tartarughe marine ed i cetacei.

Sono state vietate dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite[1] e dall'Unione europea[2].

NoteModifica

  1. ^ UNGA Res. n. 44/255 e n. 46/215
  2. ^ Reg. CE/1239/1998

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica