Diocesi di Andria: differenze tra le versioni

1 192 byte aggiunti ,  14 anni fa
aggiunti cenni storici, tolto stub
(→‎Fonti: corretto link ce)
(aggiunti cenni storici, tolto stub)
{{S|diocesi}}
{{diocesi della chiesa cattolica
|nome=[[diocesi]] di [[Andria]]
 
==Territorio==
La diocesi comprende lai cittàcomuni di [[Andria]], [[Canosa di Puglia]] e [[Minervino Murge]].
Il territorio è suddiviso in cinque zone pastorali di cui fanno parte 37 parrocchie.
 
==Storia==
Non vi sono notizie sulla primitiva diffusione del cristianesimo ad Andria, tradizionalmente si riteneva che il primo vescovo fosse un inglese, “Richardus anglicus”, scelto da [[papa Adriano IV]] ([[1154]]-[[1159]])
<ref>Informazione proveniente dal sito ufficiale della diocesi, la Catholic Encyclopedia del 1917 riporta che tradizionalmente Riccardo è datato al tempo di [[papa Gelasio I]] ([[492]] circa)</ref>.
Le ipotesi ritenute più probabili dagli storici
<ref>[http://www.diocesiandria.it/diocesi.htm www.diocesiandria.it/diocesi.htm], 24 luglio 2007</ref>
datano la diocesi ai pontificati di [[papa Clemente II]] (1046-1047), [[Papa Gelasio II|Gelasio II]] (1118-1119) o [[papa Innocenzo II|Innocenzo II]] (1130-1143).
 
Riccardo vescovo di Andria presenziò al [[concilio Lateranense III]] tenutosi durante il pontificato di [[papa Alessandro III]].
==Serie dei vescovi==
 
Nella Traslazione di San Nicola Pellegrino, celebrata a [[Trani]] nel [[1143]], è citato un vescovo di Andria senza fornirne il nome.
 
==Serie dei vescovi==
* ...
* Antonio de Franchis † ( 1603 - 1625 deceduto)
* ...
* Giuseppe Cosenza † ([[2 luglio]] [[1832]] - [[30 settembre]] [[1850]] nominato arcivescovo di [[diocesi di Capua|Capua]])
* ...
* Giuseppe Staiti di Brancaleone † ([[16 giugno]] [[1899]] - [[15 dicembre]] [[1916]] deceduto)
* Eugenio Tosi † ([[22 marzo]] [[1917]] - [[7 marzo]] [[1922]] nominato arcivescovo di [[diocesi di Milano|Milano]])
* [[Alessandro Macchi]] † ([[11 dicembre]] [[1922]] - [[30 giugno]] [[1930]] nominato vescovo di [[diocesi di Como|Como]])
* Ferdinando Bernardi † ([[11 aprile]] [[1931]] - [[21 gennaio]] [[1935]] nominato arcivescovo di [[diocesiarcidiocesi di Taranto|Taranto]])
* Paolo Rostagno † ([[5 maggio]] [[1935]] - [[5 maggio]] [[1939]] nominato vescovo di [[diocesi di Ivrea|Ivrea]])
* Giuseppe Di Donna † ([[2 febbraio]] [[1940]] - [[1 gennaio]] [[1952]] deceduto)
* Francesco Brustia † ([[14 marzo]] [[1957]] - [[29 marzo]] [[1969]] dimesso)
* Giuseppe Lanave † ([[29 marzo]] [[1969]] - [[19 novembre]] [[1988]] ritirato)
* Raffaele Calabro (dal [[19 novembre]] [[1988]] - )
 
 
La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 138.740 persone contava 132.000 battezzati, corrispondenti al 95,1% del totale.
{{tabella dati diocesi}}
|-
| 1905 || 101000 || ? || ? || 206 || 200 || 6 || ? || ? || ? || ? || 15
|-
| 1958 || 138.450 || 138.900 || 99,7 || 103 || 83 || 20 || 1.344 || || 30 || 204 || 29
| 2004 || 132.000 || 138.740 || 95,1 || 96 || 71 || 25 || 1.375 || 10 || 26 || 73 || 37
|}
 
== Note ==
<references/>
 
==Bibliografia==
14 048

contributi