Differenze tra le versioni di "Breganze"

16 byte rimossi ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
m (Errori di Lint: Tag non chiusi)
All’interno dell’antica officina aperta nel 1923 da Antonio Radin, sulla sponda destra del Chiavone Bianco, è stato realizzato il Museo, con la collaborazione del proprietario, del Gruppo di Ricerca Storica e del Comune di Breganze.
 
L’officina, specializzata nella lavorazione del ferro, è stata molto attiva tra gli anni venti e il [[secondo dopoguerra]] e in essa sono passati oltre 150 apprendisti che si sono formati “sul campo”. Lo scopo della sua trasformazione in Museo è ora quello di offrire alle giovani generazioni una testimonianza di tempi che rischiano di essere cancellati dall’oblio: molte macchine sono state restaurate e le attrezzature sono in perfetta efficienza; interessanti quelle da "bottaio". Accanto alla collezione messa a disposizione dalla famiglia Radin vi è una raccolta di oggetti ed attrezzi da “battirame” donata dalla famiglia Sorio<ref>[https://www.fulltravel.it/guide/veneto/breganze/antica-officina-radin-museo-dellartigianato-breganzese-breganze/63742 Museo dell'artigianato breganzese]</ref>.
 
=== Eventi ===
Utente anonimo