Differenze tra le versioni di "Jazz modale"

Inoltre Russell ci indica anche John Coltrane col suo lavoro Giant Steps eliminato.quest informazione , è del.tutto.impossibile , l'album giant steps del 1960 il libro a cui si fa.riferimento ( e le.teorie di russel.sono del 1953 , inoltre i Coltrane changes non c entrano nulla con il modale
m
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
(Inoltre Russell ci indica anche John Coltrane col suo lavoro Giant Steps eliminato.quest informazione , è del.tutto.impossibile , l'album giant steps del 1960 il libro a cui si fa.riferimento ( e le.teorie di russel.sono del 1953 , inoltre i Coltrane changes non c entrano nulla con il modale)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
==Aspetti tecnici==
 
Primi autori utilizzatori del Novecento furono [[Miles Davis]], e [[Bill Evans]] corresponsabile, perché detentore della parte armonica e perché precedentemente aveva lavorato alla corte del pianista [[George Russell (pianista)|George Russell]], inventore di questo metodo. Inoltre Russell ci indica anche [[John Coltrane]] col suo lavoro ''Giant Steps''.
Le scale non derivano più da alcun sistema, sono indipendenti, ma collegabili tra loro.
In seguito troviamo [[Wayne Shorter]] come principale compositore ed esecutore di brani modali complessi.
12

contributi