Differenze tra le versioni di "Dragut"

17 byte aggiunti ,  9 mesi fa
 
Nel [[1538]] prese parte al fianco di Barbarossa alla [[Battaglia di Prevesa|battaglia navale di Prevesa]] contro [[Andrea Doria]] e divenne talmente temuto che [[Carlo V d'Asburgo|Carlo V]] in persona impartì ai [[Doria]] l'ordine di catturarlo a tutti i costi.
<br>Nel [[1540]], di ritorno da una scorreria a [[Capraia Isola|Capraia]], fu accerchiato e sconfitto nella baia della Girolata in [[Corsica]] da [[Giannettino Doria (nipote di Andrea Doria)|Giannettino Doria]]. Dopo la cattura fu consegnato ad [[Andrea Doria]], che lo fece incatenare come galeotto ai remi della sua nave ammiraglia per quattro anni e successivamente venduto come schiavo. Venne liberato pochi anni dopo, probabilmente dietro il pagamento di un ingente riscatto da parte di Khayr al-Din Barbarossa, nel quale era inclusa la concessione data dal [[Bey (carica)|bey]] di [[Tunisi]] dell'isola di [[Tabarca]] alla famiglia genovese dei [[Lomellini (famiglia)|Lomellini]], legata ad [[Andrea Doria]].
 
Venne liberato pochi anni dopo, probabilmente dietro il pagamento di un ingente riscatto da parte di Khayr al-Din Barbarossa, nel quale era inclusa la concessione data dal [[Bey (carica)|bey]] di [[Tunisi]] dell'isola di [[Tabarca]] alla famiglia genovese dei [[Lomellini (famiglia)|Lomellini]], legata ad [[Andrea Doria]].
[[File:Turgutreis Monument.JPG|thumb|left|Il monumento a Turgut Reis nella sua natia [[Bodrum]]]]
Nel [[1544]] Khayr al-Din Barbarossa si ritirò dalla flotta ottomana, lasciando a lui il comando. Con una serie di alleanze, fra cui anche una discussa con i [[Francia|francesi]], nemici degli [[Spagna|spagnoli]], riuscì a diventare viceré di [[Algeri]], Signore di Tripoli e di [[Mahdia|al-Mahdiyya]] per conto di [[Solimano il Magnifico]]. Negli anni successivi compì diverse razzie lungo le coste del [[Mediterraneo]], soprattutto in [[Liguria]].
 
Con una serie di alleanze, fra cui anche quella molto discussa con i [[Francia|francesi]], nemici degli [[Spagna|spagnoli]], riuscì a diventare viceré di [[Algeri]], Signore di Tripoli e di [[Mahdia|al-Mahdiyya]] per conto di [[Solimano il Magnifico]]. Negli anni successivi compì diverse razzie lungo le coste del [[Mediterraneo]], soprattutto in [[Liguria]].
 
Nel luglio [[1551]], Dragut e Sinan Pascià, l'allora grande ammiraglio (''kapudan-i derya'') fratello del [[gran visir]] Rüstem Pascià, assalirono le isole maltesi e, dopo un assedio di tre giorni al castello di [[Gozo]], portò via circa 5.000 abitanti come schiavi. Successivamente assalirono la fortezza di Tripoli prendendola ai [[cavalieri di Malta]].
Nel luglio del 1552 assalì la cittadella di [[Camerota]] e nl 1553 attaccò e quasi distrusse la città portuale di Terranova (l'attuale [[Olbia]]).
Utente anonimo