Apri il menu principale

Modifiche

Dal [[1666]] al [[1667]] fu borgomastro di [[Dordrecht]]. In seguito ha governato a stretto contatto con suo fratello minore, il [[Gran pensionario]] [[Johan de Witt]], e lo ha sostenuto per tutta la sua carriera con grande abilità e vigore. Nel 1667 fu il deputato scelto dagli Stati d'Olanda per accompagnare il tenente ammiraglio [[Michiel de Ruyter]] nel suo famoso raid su Medway. Cornelis de Witt in questa occasione si è distinto notevolmente per la sua freddezza e intrepidità.
 
Accompagnò nuovamente De Ruyter nel 1672 e prese una parte onorevole nella grande battaglia di [[Solebay]] contro le flotte inglesi e francesi unite. Spinto dalle malattie a lasciare la flotta, scoprì al suo ritorno a Dortrecht che il partito Orange era in ascesa, e lui e suo fratello erano oggetto di sospetto e odio popolari.<br> Fu accusato ingiustamente di aver complottato contro [[Guglielmo III d'Orange]], ma non confessò nonostante le pesanti torture. Insieme al fratello Johan, fu linciato dalla folla: i loro corpi vennero sventrati e squartati per poi essere esposti pubblicamente. Inoltre, al culmine di una vera e propria frenesia cannibalesca, i loro fegati vennero arrostiti e divorati.
Fu accusato ingiustamente di aver complottato contro [[Guglielmo III d'Orange]], ma non confessò nonostante le pesanti torture. Insieme al fratello Johan, fu linciato dalla folla: i loro corpi vennero sventrati e squartati per poi essere esposti pubblicamente. Inoltre, al culmine di una vera e propria frenesia cannibalesca, i loro fegati vennero arrostiti e divorati.
 
== Altri progetti ==
Utente anonimo