Differenze tra le versioni di "Aprilia (azienda)"

Il passo successivo nell'evoluzione dell'Aprilia fu, negli [[anni 1980|anni ottanta]], quello di ampliare la gamma dei modelli offerti in vendita, dedicandosi anche ai settori del [[trial]] dell'[[enduro]] e delle moto da strada, prodotte in varie cilindrate tra i 50 e i 600 cm³. Nel [[1985]] venne firmato un accordo di collaborazione con l'[[austria]]ca [[Bombardier Rotax|Rotax]] per la fornitura di [[Motore a combustione interna|motori]] alla casa veneziana. È del [[1986]] la presentazione della ''[[Aprilia Tuareg|Tuareg]]'' la prima moto derivata da quelle in uso nei [[Rally]] Africani.
[[File:Squadrone Aprilia.jpg|thumb|right|Quattro Aprilia RS 125, di differenti modelli]]
Sulla scia dei successi ottenuti, vennero messi in vendita modelli in varie cilindrate: nella classe 50cc50 cm³ l'[[Aprilia RS]] 50 (stradale), la RX 50 (enduro) e la Red Rose 50 (custom), tutte con motorizzazione [[Minarelli]] raffreddata a liquido; nella classe 125 celeberrima l'[[Aprilia RS 125]] (stradale), la RX 125 (enduro) e la Red Rose 125 (custom), tutte con un motore Rotax, dotato di una valvola di scarico passiva a controllo pneumatico (denominata [[Valvola RAVE|RAVE]] e RAVE2, successivamente sostituita con una a controllo elettronico); infine nella classe 250 la RS 250 motorizzata Suzuki, messa in commercio con le livree delle motociclette da [[motociclismo|competizione]] e che ottenne un vasto seguito, soprattutto tra i più giovani appassionati delle due ruote.
 
[[File:Aprilia RS 50 Chesterfield 11.jpg|thumb|left|RS 50 Chesterfield, una replica della moto da corsa di Max Biaggi]]
36

contributi