Differenze tra le versioni di "Terza lettera ai Corinzi"

nessun oggetto della modifica
 
È uno dei più antichi testi che parla della [[resurrezione]], anche se si limita a riproporre i contenuti della fede già enunciati, e più ampliamente nel capitolo 15 della [[Prima lettera ai Corinzi]], seppur introducendo una piccola ma importante novità. Infatti non si parla qui di ἀνάστασις τῶν νεκρῶν (resurrezione dei morti), come in [[Prima lettera ai Corinzi|1Cor]], ma di ἀνάστασις τῆς σαρκός (resurrezione della carne), mostrando l'evoluzione del problema. La polemica si è evidentemente spostata sulla prrspettiva antropologica greca di tipo dualistico, secondo cui l'uomo è composto da due parti: il corpo,corruttibile e destinato a scomparire, l'anima, immortare e destinata alla vita eterna. Proprio in risposta a questa concezione dualistica, la lettera ribadisce la verità della [[resurrezione]] della carne.
 
==Collegamenti esterni==
 
== Voci correlate ==
14 558

contributi