Differenze tra le versioni di "Sedia elettrica"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
== Storia ==
L'iniziale idea di tale strumento di soppressione venne a un dentista americano di [[Buffalo]], Alfred Southwick: ebbe lo spunto quando gli descrissero la morte di un ex impiegato della Brush Electric Light, George Smith, fulminato mentre era intento a sabotare una centralina elettrica della sua compagnia a causa del licenziamento per ubriachezza molesta. Colpito da ciò, Southwick pensò alla costruzione di una sedia collegata ad un generatore elettrico per poter indurre una morte rapida ed indolore ai condannati. Sottopose l'idea ad un suo paziente, un senatore, che nel [[1885]] la ritrasmise a David Hill, governatore dello Stato di New York.
Nel [[1887]], una commissione dello Stato di New York si riunì per cercare un metodo più ''umano'' di infliggere la pena capitale, e più rapido dell'[[impiccagione]]. La [[fucilazione]] e la [[ghigliottina]], seppur più veloci, erano considerati troppo barbari. Hill si ricordò dell'intuizione di Southwick e propose la realizzazione della sedia elettrica a [[Thomas Alva Edison]]. Egli preferì però promuoverne la realizzazione da parte del suo rivale [[George Westinghouse]], per screditarlo e dimostrare che la tensione generata dalla corrente alternata era in grado di uccidere una persona, precludendone l'utilizzo in campo civile. Scoperto ciò, Westinghouse si disinteressò al progetto che infine fu portato avanti da Edison. Dopo le prime sperimentazioni sugli animali, nel 1888 lo Stato di New York approvò l'impiego della sedia elettrica. Il primo condannato a morte a venire giustiziato mediante sedia elettrica fu [[William Kemmler]], reo di aver ucciso la compagna Matilda Ziegler nel 1889.
Utente anonimo