Differenze tra le versioni di "Romagna"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
→‎Tradizioni e folclore: min. format immagini
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
m (→‎Tradizioni e folclore: min. format immagini)
=== Tradizioni e folclore ===
==== La Caveja ====
[[File:Caveja.svg|thumb|upright=0.5right|x250px|La caveja era (ed è tuttora) uno dei tanti motivi decorativi utilizzati nella [[stampa a ruggine]] dei tessuti, tipica della tradizione romagnola.]]
{{vedi anche|Caveja}}
La ''Caveja'' è considerata per eccellenza il simbolo della Romagna; questa parola [[lingua romagnola|romagnola]] proviene dalla tradizione contadina, e indica un'asta d'[[acciaio]] saldata a un apice (pagella) decorata con "anelli musicali" e immagini simboliche. I [[simbolo|simboli]] più diffusi, inseriti fra elementi decorativi, erano quelli del [[gallus gallus domesticus|gallo]], della [[mezzaluna (araldica)|mezzaluna]], del [[Sole]], dell'[[aquila]] e alcuni simboli [[cristianesimo|cristiani]], tra cui la [[croce latina|croce]] e la [[Columbidae|colomba]].
==== Orchestre di musica da ballo ====
{{Citazione|Romagna mia, Romagna in fiore, tu sei la stella, tu sei l'amore|dal [[valzer]] ''[[Romagna mia]]'' di [[Secondo Casadei]]}}
[[File:Secondo Casadei.jpg|thumb|upright=0.7right|x150px|[[Secondo Casadei]].]]
Il capostipite della musica da ballo romagnola è il savignanese [[Carlo Brighi]] (1853-1915), detto ''Zaclén''. Brighi, violinista e compositore, è considerato il creatore del '''[[Ballo liscio|liscio]]'''. Negli anni dieci fondò la prima balera a [[Bellaria-Igea Marina|Bellaria]]. Negli anni venti il [[ballo liscio]] si diffuse in tutta la Romagna. Dal 1928 il violinista [[Secondo Casadei]], (1906-1971) proseguì l'opera di Zaclén, apportando alla musica folkloristica romagnola molte novità, e divulgando con grande passione e tenacia il liscio in tutta la penisola con la sua orchestra. Casadei partecipò ai più importanti festival musicali del suo tempo, compreso il "[[Festivalbar]]". Solo l'improvvisa morte impedì la sua partecipazione al Festival di Sanremo.
Casadei rimane il più importante musicista romagnolo di tutti i tempi.
2 156

contributi