Differenze tra le versioni di "Nino Farina"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
== Carriera ==
 
Farina disputa la sua prima gara nel 1925 su una [[Chiribiri]], la [[Aosta-Gran San Bernardo]], terminata con un incidente. Nel [[1933]] torna alle corse correndo per la [[Maserati]] stringendo un buon rapporto con l'asso del volante [[Tazio Nuvolari]]. nel [[1936]] viene chiamato da [[Enzo Ferrari]] per correre per la [[Scuderia Ferrari]] giungendo secondo alla [[Mille Miglia 1936|Mille Miglia]] di quello stesso anno. Nella prima parte della carriera Farina dimostrò un'eccessiva aggressività collezionando numerosi ritiri; per suo stessa ammissione sarà proprio Nuvolari a concorrere alla crescita del pilota torinese. Il 25 aprile del [[1937]] al [[Coppa Principessa di Piemonte 1937|Gran Premio di Napoli]] coglie il suo primo successo a bordo di una [[Alfa Romeo 12C]]. Nel 1938 al [[Gran Premio d'Italia 1938|Gran Premio d'Italia]] ottiene il primo podio in una gara valida per il [[Campionato Europeo di automobilismo|Campionato Europeo]] giungendo secondo alle spalle di Nuvolari e davanti alla [[Mercedes]] di [[Manfred von Brauchitsch|Von Brauchitsch]]. Nel [[campionato europeo di automobilismo 1939|1939]] corre con la nuova [[Alfa Romeo 158]] progettata per correre nel campionato europeo, nella categoria [[Voiturette]] giungendo primo al [[Gran Premio di Svizzera 1939|Gran Premio di Svizzera]] nella categoria. Al Termine della [[Seconda Guerra Mondiale| Guerra]], Farina fa il suo ritorno alle corse e nel 1946 si aggiudica il I [[Gran Premio delle Nazioni (automobilismo)|Gran Premio delle Nazioni]] con la 158. Nel 1948 domina il [[Gran Premio di Monaco 1948| Gran Premio di Monaco]] (una delle 5 grandi prove in calendario quell'anno) realizzando un Hat Trick a bordo di una [[Maserati 4CLT]]; oltre alla gara del principato si aggiudica quell'anno anche il gran premio delle nazioni sempre su maserati e il gran premio sul [[Circuito del Garda 1948|Circuito del Garda]] con una [[Ferrari 125 F1]] (prima vittoria di una Ferrari in un Gran Premio). Il [[1949]] lo vede trionfare solamente al [[Gran Premio di Losanna|Gran Premio di Losanna]] con una Maserati.
[[File:D50 022.jpg|thumb|Nino Farina, a bordo di una [[Lancia D50]] durante alcune prove nel 1955, al suo fianco il pilota [[Eugenio Castellotti]] anch'esso sul [[Autodromo Nazionale di Monza|Circuito di Monza]].]]
Farina esordisce nel Campionato del mondo di Formula 1 nel primo gran premio della storia del mondiale, il [[Gran Premio di Gran Bretagna 1950|3º British Grand Prix]] sul circuito di Silverstone, riuscendo nell'impresa di partire in pole position, marcare il giro più veloce in gara e aggiudicarsi la vittoria. Al [[volante]] di una [[Alfa Romeo 158]] della scuderia ufficiale, la ''Alfa Romeo Spa'', Farina precede i compagni di squadra [[Luigi Fagioli]] e [[Reg Parnell]], in un vero trionfo per la casa automobilistica italiana. Il quarto pilota, il grande [[Juan Manuel Fangio]], è costretto al ritiro al 62º di 70 giri.
Utente anonimo