Differenze tra le versioni di "Non è la Rai"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 mesi fa
[[File:Ambra Angiolini 2.jpg|miniatura|sinistra|La nota conduttrice e attrice [[Ambra Angiolini]] ha debuttato con successo appena quindicenne proprio a ''Non è la Rai'', conducendone in seguito la terza e la quarta edizione]]
 
A partire dalla terza stagione, in onda tra il [[1993]] ed il [[1994]], il programma non vienevenne più condotto da un presentatore professionista: Boncompagni decise infatti di affidare il programma alle stesse ragazze che nei due anni precedenti erano riuscite a rubare la scena alla Bonaccorti ed a Bonolis, relegandoli in secondo piano.<ref name = Libro /> In particolare la scelta cadde su [[Ambra Angiolini]], in realtà guidata tramite un auricolare dal regista stesso, il quale le suggeriva parola per parola il testo che lei doveva ripetere <!-- L'url in nota 28 non è più consultabile --><ref>{{Cita news|autore=Emilia Costantini|url=http://archiviostorico.corriere.it/1994/dicembre/10/Ambra_una_replicante_ecco_prove_co_0_94121015168.shtml|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20131021163641/http://archiviostorico.corriere.it/1994/dicembre/10/Ambra_una_replicante_ecco_prove_co_0_94121015168.shtml|titolo=Ambra è una replicante: ecco le prove|pubblicazione=[[Corriere della Sera]]|giorno=10|mese=12|anno=1994|p=35|accesso=22 novembre 2009|urlmorto=sì|dataarchivio=21 ottobre 2013}}</ref><ref>{{Cita libro|nome=Beppe|cognome=Severgnini|titolo=Mamma Mia|url=https://books.google.com/books?id=X3doAwAAQBAJ|accesso=5 luglio 2016|data=25 ottobre 2011|editore=Rizzoli Publications|lingua=en|ISBN=978-0-8478-3744-1}}</ref>, apprezzata, a detta dello stesso regista, per la sua spigliatezza e capacità di rielaborare prontamente quel che le veniva dettato nel corso della diretta.<ref>Da un'intervista a Gianni Boncompagni per il programma Non era la Rai, 2001</ref>. <!-- Fonte non consultabile -->
 
Gran parte dell'attenzione dei [[mass media]], in questa terza stagione televisiva, fu concentrata proprio su Ambra, la ragazzina appena quindicenne (in realtà sedicenne, ma la produzione decise di dichiarare un'età inferiore di un anno) che giocava, come detto sotto il costante suggerimento del regista, a fare la diva durante la trasmissione, capitanando un'agguerritissima schiera di ragazze che ebbero anch'esse la possibilità di esprimersi in giochi, canzoni e sketch di vario tipo all'interno dell'ora e mezzo di trasmissione (l'orario andava dalle 14:30 alle 16:00).<ref name = Terza >{{Cita web|https://asware.home.xs4all.nl/canzoni/misc/storia3.htm|Da "Le canzoni di Non è la Rai", scheda della terza edizione|2018-02-12}}</ref> Insieme ad Ambra Angiolini, che in quella stagione televisiva fu premiata con il [[Telegatto]] come ''personaggio rivelazione dell'anno'', riscosse discreto successo soprattutto [[Pamela Petrarolo]], soprannominata ''The voice''. La Petrarolo, presente fin dalla prima edizione (era una delle ragazze provenienti da ''Domenica in''<ref>{{Cita web|1=http://www.pgscarl.it/pamela_petrarolo.html Sito dell'Agenzia dell'artista|2=Sito dell'Agenzia di Pamela Petrarolo|3=2009-09-28|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20090706063236/http://www.pgscarl.it/pamela_petrarolo.html|dataarchivio=6 luglio 2009|urlmorto=sì}}</ref>), dopo aver cantato per una stagione in [[playback]] iniziò a registrare i brani da presentare in trasmissione con la sua vera voce ed ebbe anche l'opportunità di incidere per l'[[etichetta discografica]] [[RTI Music]] un primo disco da solista, ''[[Io non vivo senza te]]'', pubblicato nel febbraio del [[1994]]. Lo stesso privilegio fu concesso anche a [[Francesca Pettinelli]], che a fine stagione pubblicò ''[[Dance with Francesca]]'' per la stessa etichetta.
Utente anonimo