Baron Samedi: differenze tra le versioni

292 byte aggiunti ,  1 anno fa
 
== Influenze nella cultura di massa ==
* Il personaggio è stato reso popolare in Occidente dal [[film]] del [[1973]] ''[[Agente 007 - Vivi e lascia morire]]'' dove è interpretato dall'attore [[Geoffrey Holder]]. La sua presenza nel film è sempre estremamente ambigua e spesso inquietante, e non è chiaro se il personaggio sia l'entità stessa o un essere umano che ha assunto l'identità del Baron Samedi. Rimane muto per tutto il film, salvo emettere una serie di inquietanti e maniacali risate in più occasioni, ed un breve monologo con [[James Bond|il protagonista]], il quale non sembra riconoscerlo, sul fatto che sarà "una magniiiiifica giornata!" ("a beauuuuutiful day!"), al termine del quale avvisa altri antagonisti tramite una [[ricetrasmittente]]. Al Barone è dedicata l'ultima, iconica ripresa del film, che lo vede (presunto morto in precedenza), seduto in testa al [[treno]] su cui viaggiano 007 e Solitaire, che saluta il pubblico con una delle sue risate, prima di essere rimpiazzato da un [[teschio]] umano durante i titoli di coda. Questo misterioso personaggio appare anche con il nome di "Bones" nel [[videogioco]] ''[[James Bond 007: The Duel]]'' (1993), come antagonista in un livello bonus del celebre videogioco ''[[GoldenEye 007]]'' (1997) e come personaggio per il ''[[multiplayer]]'' in vari altri [[videogiochi di James Bond]].
* Il gruppo rock inglese [[The Pretty Things]] ha incluso nell'[[opera rock]] ''[[S.F. Sorrow]]'' una canzone intitolata ''Baron Saturday'', che espressamente si richiama alla figura di Baron Samedi, non solo per il titolo ("Saturday" è la traduzione di Samedi) ma anche per il testo e le melodie.
* Il gruppo [[heavy metal]] italiano [[Death SS]], ha composto una canzone dedicata all'oscuro Barone, contenuta nell'album ''[[Do What Thou Wilt]]''.
Utente anonimo