Peretola: differenze tra le versioni

1 byte rimosso ,  10 mesi fa
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
Probabilmente questo borgo affonda le sue radici all’epoca [[Etruschi|etrusca]], in quanto, secondo alcuni storici, un sobborgo di Peretola , Motrone, deriverebbe da un toponimo etrusco latinizzato in ''Mutro'', ''Mutronis'' da cui derivò l’odierno ''Motrone''.<ref> Fino alla metà del XX secolo gli anziani chiamavano questo luogo ''Motone'', Marco Conti, ''L’Antica Giurisdizione del Comune di Brozzi.'', Comune di Firenze- Assessorato alle Tradizioni Popolari, Comitato Celebrativo per il II Centenario della fondazione del Comune di Brozzi, Firenze, 2009, Tipografia del Comune di Firenze.</ref>
 
Il borgo di Peretola è menzionato per la prima volta in un documento datato 12 agosto 1178<ref>Marco Conti, ''ibidem''.</ref> e conobbe nel XV secolo un periodo di notevole sviluppo, quando Firenze godette del maggior splendore economico e culturale. Peretola si trovava tra due grandi vie di comunicazione, di [[via Pistoiese]] e via Pratese, e fece parte del comune di [[Brozzi]] fino al [[1928]], anno in cui quest'ultimo fu soppresso.
 
Peretola fu il luogo di origine della famiglia [[Vespucci]], da cui nacque il celebre navigatore [[Amerigo Vespucci|Amerigo]]. Nel vecchio borgo è ancora ben conservata la [[Casa Vespucci|casa]] della famiglia ed al suo famoso esponente è stato intitolato il vicinissimo [[Aeroporto di Firenze-Peretola]].
676

contributi