Differenze tra le versioni di "Dese (Venezia)"

m
sostituisco immagine
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i.) #IABot (v2.0)
m (sostituisco immagine)
La vicinanza ad [[Altinum|Altino]] fa pensare che in zona fosse ben diffusa la presenza umana sin dall'età romana. L'ipotesi è comprovata anche dai numerosi reperti archeologici rinvenuti (anfore, ceramiche, una vera da pozzo).
 
Durante il medioevo, il territorio decadde e si inselvatichì. Il centro si sviluppò attorno alla chiesa di Santa Maria Nascente, ricordata già nel [[1152]] come cappella con fonte battesimale dipendente dalla parrocchia di [[Tessera (Venezia)|Tessera]]. L'antica chiesa fu abbattuta nel [[1940]], quando fu ultimato l'attuale edificio religioso.
 
I terreni della zona, recuperati con diverse opere di bonifica, furono possedimenti di famiglie patrizie (tra le quali i [[Collalto]]) e di monasteri e istituti religiosi con sede a Venezia. Tuttavia, come si nota in una carta, ancora nel [[1816]] il territorio si caratterizzava per la presenza di ampie selve, residuo della grande foresta planiziale che un tempo si estendeva dalla [[Laguna Veneta|Laguna]] alle [[Prealpi venete|Prealpi]].
 
==Infrastrutture e trasporti==
Dese è servito da alcune linee automobilistiche dell'[[ACTV]] dell'area urbana della terraferma veneziana, che lo collegano a al centro storico e alle altre località.
 
Inoltre è presente in prossimità del centro abitato uno svincolo posto sull'[[Autostrada A57 (Italia)#Diramazione aeroporto|A57-Diramazione Aeroporto]], che consente un facile collegamento con l'[[Autostrada A57 (Italia)|A57-tangenziale di Mestre]] e l'[[Aeroporto di Venezia-Tessera|aeroporto Marco Polo]].
117 560

contributi