Differenze tra le versioni di "Carlo Emanuele III di Savoia"

m
sostituisco immagine
(Non supportato da fonti)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Ripristino manuale
m (sostituisco immagine)
 
 
=== Ritiro di Vittorio Amedeo II e ascesa di Carlo Emanuele III ===
[[File:Carlo Emanuele III Venaria.jpg|thumb|left|250px|''Ritratto di Carlo Emanuele III'' di [[Maria Giovanna Clementi|Maria Giovanna Battista Clementi]] detta la Clementina (attribuito)<br />[[Regione Piemonte]], in deposito presso la [[reggia di Venaria Reale]]]]
[[File:Carlo Emanuele III as Grand Master of the Order of the Most Holy Annunciation by an unknown artist.jpg|left|200px|thumb|Carlo Emanuele III con indosso le vesti dell'[[Ordine dell'Annunziata]]]]
[[File:Ritratto di S.M. Carlo Emanuele III di Savoia.jpg|left|thumb|200px|''Ritratto di Carlo Emanuele III, re di Sardegna'', [[Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja|Palazzo Madama]], Torino]]
Nel febbraio [[1733]] [[Augusto II di Polonia|Augusto II]], re eletto di [[Polonia]], morì e le potenze europee si divisero sul suo successore: il figlio del defunto sovrano, [[Augusto III di Polonia|Augusto]], era appoggiato dall'[[Austria]] e [[Stanislao Leszczyński]], suocero del [[re di Francia]], da Parigi. Carlo Emanuele III si schierò con suo nipote [[Luigi XV di Francia|Luigi XV]] e, come stabilito dal [[trattato di Torino (1733)|trattato di Torino]], marciò verso [[Milano]] per occupare la città e, con essa, la [[Lombardia]], aprendo le ostilità il 28 ottobre: senza troppi combattimenti e spargimenti di sangue (vittorie sabaude a [[Vigevano]], [[Pizzighettone]], [[Sabbioneta]] e [[Cremona]]) raggiunse Milano e se ne nominò duca.
 
[[File:Carlo Emanuele III with the future Vittorio Amedeo III.jpg|miniatura|''Il piccolo duca di Savoia, Vittorio Amedeo, presenta al padre Carlo Emanuele III la pianta di Milano'' di [[Maria Giovanna Battista Clementi]] ("la Clementina")<br />([[Racconigi]], [[Castello Reale di Racconigi|castello dei principi di Carignano]])]]
 
Nel frattempo era entrato in guerra contro l'Austria anche [[Filippo V di Spagna]], che intendeva prendere sia il Regno di Napoli sia il Ducato di Milano. Carlo Emanuele III, generalissimo dell'esercito franco-piemontese, si trovò a dover seguire le farraginose trattative con la Spagna e la Francia su Milano e, al tempo stesso, a impedire che le truppe austriache del generale [[Claudio Florimondo di Mercy|Mercy]], provenienti dal Trentino, potessero attraversare l'[[Emilia]] e congiungersi a quelle di guarnigione nel [[Regno di Napoli]]. I tentativi austriaci nel 1734 vennero impediti con le [[Battaglia di Colorno|battaglie di Colorno]], [[battaglia di San Pietro|Parma]] e [[Battaglia di Guastalla|Guastalla]], in seguito alla quale le truppe franco-sarde di Carlo Emanuele respinsero gli Austriaci fino alla Val d'Adige e bloccarono [[Mantova]].
* [[Emanuele Filiberto di Savoia (1731 - 1735)|Emanuele Filiberto Augusto di Savoia]] ([[Torino]], 17 maggio [[1731]] - [[Torino]], 23 aprile [[1735]]), principe di Sardegna, duca d'Aosta, morì da bambino;
* Carlo Francesco Romualdo di Savoia ([[Torino]], 22 luglio [[1733]] - [[Torino]], 28 dicembre [[1733]]), principe di Sardegna, duca di Chiablese, morì da bambino.
 
 
Nel [[1737]] a [[Chambéry]], in terze nozze, sposò [[Elisabetta Teresa di Lorena]] ([[Lunéville]], 15 ottobre [[1711]] - [[Torino]], 3 luglio [[1741]]), sorella minore di [[Francesco I di Lorena|Francesco I del Sacro Romano Impero]] e figlia di Leopoldo duca di Lorena e di sua moglie [[Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans]]. Ebbero tre figli:
|precedente = [[Vittorio Amedeo di Savoia (1699-1715)|Vittorio Amedeo, principe di Piemonte]]
|successivo = [[Vittorio Amedeo III di Savoia|Vittorio Amedeo, principe di Piemonte]]<br />Poi monarca col nome di Vittorio Amedeo III
|immagine = PiemonteFlag Bandieraof Piedmont.pngsvg
}}
{{Box successione
114 169

contributi