Differenze tra le versioni di "Gnucleus"

165 byte aggiunti ,  12 anni fa
m
piccoli ritocchi alla forma e correzione errori di battitura
m (Bot: scrivere È)
m (piccoli ritocchi alla forma e correzione errori di battitura)
==Storia==
Gnucleus è stato uno dei client pionieri della rete Gnutella avendo iniziato lo sviluppo sin dal 2000, lo stesso anno in cui Justin Frankel e Tom Pepper resero pubblico il codice sorgente dell'omonimo protocollo.
È stato anche il primo client importantedi maggior peso (anche se non il solo) a essere rilasciato completamente sotto licenza libera (GPL). Sia [[Bearshare]] che [[Limewire]] ai tempi erano entrami a codice chiuso.
 
Dopo un iniziale periodo di discreto successo specie nel biennio 2001/02, sopratutto tra le fasce d'utenza più esperte, spinto da una interfaccia molto completa e priva di fronzoli grafici, dall'integrazione di un client IRC nonché da superiori prestazioni di rete, Gnucleus cominciò a soffrire la concorrenza degli altri client e a essere successivamente coinvolto nel declino della rete Gnutella, incalzata da [[FastTrack]] ([[KaZaA]], [[Kazaa Lite]], [[Gronkster]] e Morpheus ed [[eDonkey]] (eDonkey 2000, [[eMule]]).
 
===Le innovazioni===
Gnucleus è stato uno dei primi client a introdurre il supporto per il protocollo Gnutella2, un'evoluzione della rete Gnutella creata dagli sviluppatori di un altro noto client: [[Shareazaa]]. Venne creata una cache di nodi d'aggancio ([[GWebCache]]) che avrebbe dovuto fungere da riferimento anche per tutticlient gli altri clientidifferenti, poiché all'epoca l'accesso alla rete poteva avvenire solo contattando un altro nodo, e ciò rappresentava un grossofastidioso problema per l'utenza Gnutella.
Con il fine di agevolare la diffusione della rete, favorendo la nascita di nuovi client, gli sviluppatori separarono il core ([[GnucDNA]]) dall'interfaccia mentre l'idea assai poco probabile di un file sharing su rete locale ebbe concretizzazione con il progetto [[GnucleusLAN]].
 
===I fallimenti===
Nessuno di questi tre progetti si rivelò idoneo per salvare le sorti di Gnuclues e in generale della rete Gnutella.
L'implementazione del protocollo G2 avvenne troppo tardi, quando oramai altre reti più performanti avevano trovato il favore del pubblico, fra cui [[FastTrack]] ed [[eDonkey]].
 
L'idea della GWebCache, di per se buona, fu ignorata dai principali client, che preferirono crearne di proprie a uso esclusivo della propria utenza (così principalmente fece [[Bearshare]]).
 
GnucDNA non ha suscitato nessun interesse (probabilmente per il declino stesso di Gnutella), essendo implementato da due soli client di secondo piano: [[Kiwi Media World]], e in via temporanea da [[Morpheus (software)|Morpheus]].
 
==La diatriba con Morpheus==
Nel febbraio del 2002, uno degli allora client di file sharing più chiaccherati, Morpheus, mancò di pagare i diritti di utilizzo del protocollo FastTrack (lail più diffusadiffuso del tempo), lasciando di colpo i suoi utenti senza possibilità di accesso alla rete. In fretta e furia i programmatori rilasciarono una nuova versione implementando il motore di Gnucleus ma senza rilasciarnerenderne disponibili i sorgenti, e quindi in palese violazione della licenza GPL sotto la quale Gnucleus è rilasciato.
La questione fu però presto risolta, e nel giro di pochi giorni il codice sorgente fu reso disponibilepubblicato nelle pagine del sito ufficiale.
 
==Il futuro==
12

contributi