Differenze tra le versioni di "Stanisław Jerzy Lec"

m
nessun oggetto della modifica
m
 
== Opere principali ==
La citata opera di Lec ''Pensieri spettinati'' (''MysliMyśli Nieuczesanenieuczesane'', in originale, pubblicata nel [[1957]] e di cui fu pubblicato due anni dopo un seguito, ''Altri pensieri spettinati'' nella edizione italiana) è sicuramente il suo lavoro più conosciuto.
 
Si tratta di un florilegio di aforismi di sferzante [[ironia]] centrati non su un particolare sistema politico, bensì sul meccanismo che regola ogni sistema politico basato sull'autoritarismo. Intendendo fare di tutto eccetto che del moralismo spicciolo, Lec si batte contro ogni morale quando questa viene eretta a sistema, mettendo alla berlina con (apparentemente) innocue ''perle di saggezza'' non questa o quella assurdità, ma la stessa assurdità che si sostituisce alla vita e alla realtà stessa.
* ''Myśli nieuczesane'' (1959)
* ''Do Abla i Kaina'' ([[1961]])
* ''List gonczygończy'' ([[1963]])
* ''Myśli nieuczesane nowe'' ([[1964]])
* ''Poema gotowe do skoku'' (1964)
26

contributi