Scuola megarica: differenze tra le versioni

amplio e continuo in seguito
(amplio e sistemo)
(amplio e continuo in seguito)
 
==Storia==
La scuola megarica venne fondata da Euclide di Megara, uno degli allievi di Socrate, verso la fine del [[V secolo a.C.]]<ref>[[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi'', II, 47</ref>. I suoi successori a capo della scuola si dice siano stati [[Ichthyas]] (metà del IV secolo a.C.) e [[Stilpone di Megara]] (fine del IV secolo a.C.)<ref name="Diogene">Diogene Laerzio, ''Vite dei filosofi'', II, 113</ref>. È comunque improbabile che la scuola megarica fosse un'istituzione effettiva e che avesse una posizione filosofica unitaria<ref>Gill & Pellegrin 2006, p. 132</ref>. Si diceva che i filosofi della scuola fossero stati chiamati "megarici", in seguito "eristi" e poi "dialettici"<ref name="Diogene2">Diogene Laerzio, ''Vite dei filosofi'', II, 106</ref>, tuttavia è probabile che questi nomi designassero gruppi scissionisti distinti dalla scuola megarica<ref>O'Toole & Jennings 2004, p. 406</ref>. Oltre a Ichthyas, i più importanti allievi di Euclide furono [[Eubulide di Mileto]]<ref name="Diogene3">Diogene Laerzio, ''Vite dei filosofi'', II, 108</ref> e [[Clinomaco di Turi]]<ref name="Diogene4">Diogene Laerzio, ''Vite dei filosofi'', II, 112</ref>.
 
==Visione filosofica==
Utente anonimo