Differenze tra le versioni di "Steve Piccolo"

nessun oggetto della modifica
(-wl a voce cancellata)
 
==Biografia==
Dopo aver studiato al Bard College e alla [[New York University]], Piccolo inizia la sua carriera come bassista jazz nei primi anni '70, fondando i [[The Lounge Lizards|Lounge Lizards]] insieme a [[John Lurie|John]], [[Evan Lurie]], [[Arto Lindsay]] e [[Tony Fier]], gruppo [[jazz]] nato dalla allora scena [[no wave]] di New York.
 
Nella seconda metà degli anni '80 inizia a comporre colonne sonore per film e spettacoli teatrali e collabora con diversi artisti italiani come [[Raf]] (per il quale scrive la hit ''[[Self Control (album Raf)|Self Control]]''), [[Giancarlo Bigazzi]], [[Umberto Tozzi]] e i [[Righeira]].
 
Negli anni '90 si trasferisce a [[Milano]] e attiva collaborazioni con gruppi e musicisti come [[Giancarlo Locatelli]], [[Filippo Monico]], [[Paolo F. Bragaglia]], [[Massimo Volume]], [[Afterhours]], [[The Transistors]] ([[Maurizio Mansueti]] e Luca Cirillo), [[Rosso Maltese]], e [[Gak Sato]], e facendo anche da ponte fra la scena milanese e quella newyorkese con musicisti come [[Elliott Sharp]] e [[Zeena Parkins]].<ref>[http://www.discogs.com/artist/Steve+Piccolo Steve Piccolo su Discogs]</ref>
 
== Discografia parziale ==
 
===Solista===
*[[1982]] – Domestic Exile (LP album, [[Materiali Sonori]])
*[[1983]] – Domestic Exile – Adaptation (LP album, [[Materiali Sonori]])
*[[1997]] - Hilarity Workshop ([[Underground Records]])
*[[1999]] - Bitter Pill ([[Cox 18 Sounds]])
Utente anonimo