Differenze tra le versioni di "CUORE (esperimento)"

nessun oggetto della modifica
(tolgo "che si trovano sotto il massiccio del Gran Sasso in prossimità della galleria autostradale che collega i due versanti della montagna"; aggiungo {{chiarire}} per "attualmente")
{{S|fisica}}
'''CUORE''', abbreviazione di '''Cryogenic Underground Observatory for Rare Events''' (''Osservatorio Criogenico Sotterraneo per Eventi Rari'') è un [[esperimento]] di [[fisica nucleare]] situato presso i [[Laboratori Nazionali del Gran Sasso]]. L'esperimento, {{chiarire|attualmente}} in costruzione, inizierà a prendere dati dal 2013.
 
==Descrizione==
 
Lo scopo di CUORE è osservare il [[doppio decadimento beta]] senza neutrini del <sup>130</sup>[[Tellurio|Te]], una trasformazione nucleare estremamente rara, possibile solo se il [[neutrino]] è una [[Particelle_di_Majorana|particella di Majorana]] con massa non nulla. L'osservazione di questo decadimento permetterebbe dunque di stabilire se il neutrino e la sua [[antiparticella]] coincidono, diversamente da quel che accade per tutte le altre particelle elementari note in natura, e darebbe informazioni preziose sul valore della massa del neutrino stesso, che tuttora è ignota.
CUORE sarà composto da 988 rivelatori di tipo [[bolometro|bolometrico]], suddivisi in diciannove torri, ciascuna formata da tredici piani di quattro rivelatori ciascuno.
Un bolometro è costituito da un volume assorbitore, contenente la sorgente del decadimento che si desidera osservare, e da un sensore di temperatura; quando un atomo dell'assorbitore subisce una trasformazione, tutta l'[[energia]] che si libera viene rilasciata nell'assorbitore stesso, causando un aumento della sua temperatura. La variazione di temperatura, che è proporzionale all'energia rilasciata, viene poi misurata dal sensore.
 
Nei bolometri di CUORE l'assorbitore è un cristallo di [[paratellurite]] ([[Tellurio|Te]][[Ossigeno|O]]<sub>2</sub>), che contiene il <sup>130</sup>Te (che ha un'[[abbondanza isotopica]] del 33.8%); il cristallo è cubico, di 5 cm di lato, con massa pari a 790 g. Il sensore è un termistore di Germanio (Ge) drogato per trasmutazione neutronica (NTD), un elemento la cui [[Resistenza elettrica|resistenza]] varia molto con il variare della temperatura.
Ora, il doppio decadimento beta senza neutrini del <sup>130</sup>Te comporta un rilascio di energia pari a 2527 [[keV]], che si traduce, nei bolometri di CUORE, in una variazione di temperatura dell'ordine del decimo di [[Kelvin|milliKelvin]]. Per osservare un innalzamento di temperatura tanto piccolo, i rivelatori di CUORE dovranno operare a temperature bassissime, prossime allo [[zero assoluto]]; questo sarà possibile grazie a un potente [[criostato a diluizione]] espressamente progettato per raffreddare l'intera massa dei rivelatori (dell'ordine di una tonnellata) a una temperatura di circa 10 mK.
Utente anonimo