Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
I '''sifonatteri''' ('''''Siphonaptera'''''), o '''afanitteri''' ('''''Aphaniptera''''') noti comunemente come '''pulci''', sono un [[ordine (tassonomia)|ordine]] di [[insecta|insetti]] privi di [[ala (zoologia)|ali]].
 
Le pulci sono [[parassita|parassiti]] esterni [[ematofagia|ematofagi]]: si nutrono del [[sangue]] di [[mammalia|mammiferi]] e [[uccelli]]. In passato si è a lungo ritenuto che le pulci si fossero evolute dai [[Diptera|ditteri]]. È grazie alla loro discendenza che gli esemplari di questo ordine si trovano nella sottoclasse tassonomica degli [[Pterygota|Pterigoti]] pur essendo sprovvisti di ali. Tuttavia, elementi [[morfologia (biologia)|morfologici]] e [[genetica|genetici]] indicano che le pulci siano discendenti dei [[Mecoptera|mecotteri]] della famiglia dei [[Boreidae|boreidi]]; di conseguenza, potrebbero essere riclassificate in futuro come [[sottordine]] dell'ordine ''Mecoptera'', anche alla luce della scoperta di ''Caurinus tlagu'' nel 2013, un mecottero somigliante ad una pulce nell'aspetto e nell'abilità di compiere salti<ref>{{cita web|editore=Natura Matematica|titolo=Scoperta una nuova importante specie di insetto grazie all'aiuto di Facebook|url=http://naturamatematica.blogspot.it/2013/07/scoperta-nuova-specie-insetto-pulci-social-network.html|accesso=12 luglio 2013}}</ref>.
Fra le specie di pulci più comuni si possono citare la ''[[Ctenocephalides felis]]'' (parassita del [[Felis silvestris catus|gatto]]), ''[[Ctenocephalides canis]]'' (parassita del [[canis lupus familiaris|cane]]), ''[[Pulex irritans]]'' (parassita dell'[[homo sapiens sapiens|uomo]]), ''[[Nosopsyllus fasciatus]]'' e ''[[Xenopsylla cheopis]]'' (parassiti del [[Rattus|ratto]]).
 
 
== Note ==
{{<references|2}} />
 
== Voci correlate ==